Differenze tra le versioni di "Schema (psicologia)"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  7 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
m
m
Un esempio di racconto-test utilizzato da Bartlett per i suoi classici esperimenti è costituito dalla ''Guerra degli spettri'' (vedasi riquadro a margine), una (supposta) leggenda dei [[nativo americano|nativi americani]]. Questo racconto viene "somministrato" alle persone, che – dopo averlo letto o ascoltato – sono invitate a ripetere a mente la storia. Inevitabilmente avvengono deformazioni, aggiunte od omissioni, a cui il ricercatore attribuisce un significato alla luce della teoria dello schema di Bartlett.<ref>Secondo Bartlett ''(Remembering,'' cit.), lo sviluppo dell'oblio si manifesta in questa tipica forma di distorsione:
<blockquote>
''[1] ''Se le varie riproduzioni erano distanziate nel tempo, l'omissione di dettagli, la semplificazione dei fatti e della struttura e la trasformazione in altri più familiari, possono procedere indefinitamente, o almeno finché è possibile la rievocazione senza aiuti esterni.</br>
''[2] ''… nel ricordo a distanza l'elaborazione diventa in certi casi più comune; inoltre può aumentare l'introduzione di elementi estranei o l'invenzione…</br>
''[3] ''Un dettaglio spicca sugli altri nella misura in cui si accorda con gli interessi e le tendenze preformate del soggetto. In questo caso viene ricordato, anche se spesso trasformato, e tende ad assumere nelle riproduzioni successive una posizione sempre più vicina all'inizio della storia.</br>
''[4] ''In ogni ricordo successivo, la razonalizzazione, la riduzione del materiale a una forma che può essere trattata in modo facile e «soddisfacente», diviene molto preminente.</br>
''[5] ''Esistono prove di un ritardo nel manifestarsi delle trasformazioni, che sono adombrate dopo settimane, talvolta mesi, prima di presentarsi realmente.</br>
(Fonte: Hilgard, ''Psicologia – Corso introduttivo,'' cit., pag. 344)
</blockquote>
13 157

contributi