Differenze tra le versioni di "Canto gregoriano"

m
Annullata la modifica 55463217 di 151.71.175.10 (discussione)
m (Annullata la modifica 55463217 di 151.71.175.10 (discussione))
{{vedi anche|Neuma}}
Ciò che in musica moderna si chiama [[nota musicale]], in gregoriano è detto [[neuma]] (dal greco "segno") con la differenza che un neuma può significare una nota singola o un gruppo di note.
Nella trascrizione moderna del repertorio gregoriano si utilizzano note di foforma quadrata (contrariamente alla notazione di tutta l'altra musica) dette ''notazione quadrata''; esse sono la naturale evoluzione della scrittura presente negli antichi manoscritti.
Bisogna infatti considerare il fatto che la trasmissione del canto gregoriano è nata oralmente poi i notatori hanno cominciato a scrivere sui testi da cantare dei segni che richiamassero gli accenti delle parole (''notazione adiastematica'' cioè senza rigo); l'evoluzione di questi segni ha prodotto la notazione gregoriana che conosciamo oggi (''notazione diastematica'' cioè sul rigo).
La grafia fondamentale del gregoriano è data dal ''[[punctum]]'' e dalla ''[[Virga (neuma)|virga]]''; dalla sua combinazione con altri neumi scaturiranno tutti gli altri segni nelle loro infinite combinazioni (ad. es ''il [[podatus|pes]],'' neuma di due note ascendenti, ''la [[clivis]]'' neuma di due note discendenti, ''il [[torculus]]'' e ''il [[porrectus]]'' neuma di tre note ascendenti e discendenti, ''il [[climacus]]'' neuma di tre o più note discendenti...).