Zenone di Sidone: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  9 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Egli fu capo della [[Epicureismo|scuola epicurea]] ad [[Atene]]. Si occupò di [[logica]], influenzato dal [[probabilismo]] di [[Carneade]]<ref>[http://www.treccani.it/enciclopedia/zenone-di-sidone/ Zenone di Sidone su Treccani Enciclopedia Online]</ref>.
 
Nell'opera ''[[De natura deorum]]'' (1.3493), [[Cicerone]] afferma che Zenone disdegnava gli altri filosofi e che aveva definito [[Socrate]] «il buffone dell'Attica». Tuttavia, sia Cicerone sia [[Diogene Laerzio]] scrivono di Zenone con rispetto, descrivendolo come un pensatore brillante e attento.
 
==Note==