Differenze tra le versioni di "Multiprocessore"

nessun oggetto della modifica
m (r2.7.2) (Bot: Aggiungo: hr:Multiprocesor)
ConIn [[elettronica]] con il termine '''multiprocessore''' si intende un sistema di elaborazione ([[computer]], [[workstation]], [[server]]) equipaggiato con 2 o più [[processore|processori]] operanti in [[calcolo parallelo|parallelo]] in cui le [[elaborazione|elaborazioni]] di un processore vengono replicate e controllate da un processore gemello, per garantire l'integrità e l'esattezza dei [[dati]].
 
==Descrizione==
Inizialmente questo avveniva solo sui sistemi che chiedevano un'elevata potenza di calcolo, come quelli che dovevano operare su [[database]] di grandi dimensioni o eseguire calcoli molto complessi di simulazione o in ambienti dove le informazioni sono di importanza vitale. Non a caso gli unici processori che supportano tale modalità sono quelli espressamente progettati per il settore server, come gli [[Intel]] [[Xeon]] MP (multi processor), o [[Itanium 2]] MP e gli [[Advanced Micro Devices|AMD]] [[Athlon MP]] e [[Opteron]].
 
Inizialmente questo avveniva solo sui sistemi che chiedevano un'elevata potenza di calcolo, come quelli che dovevano operare su [[database]] di grandi dimensioni o eseguire calcoli molto complessi di simulazione o in ambienti dove le informazioni sono di importanza vitale. Non a caso gli unici processori che supportano tale modalità sono quelli espressamente progettati per il settore [[server]], come gli [[Intel]] [[Xeon]] MP (multi processor), o [[Itanium 2]] MP e gli [[Advanced Micro Devices|AMD]] [[Athlon MP]] e [[Opteron]].
 
Per sfruttare i vantaggi di un sistema multiprocessore, al pari di uno [[biprocessore]], è necessario che anche il [[sistema operativo]] e i [[programma (informatica)|programmi]] siano realizzati in maniera da utilizzare le maggiori risorse offerte. In pratica, in fase di programmazione è necessario "parallelizzare" il codice in modo che non si abbiano situazioni in cui l'applicazione "vede" solo uno dei processori saturandolo e lasciando inutilizzati tutti gli altri.
Spesso è necessario utilizzare più processori, gruppi di processori e [[Computer cluster|cluster]]. Nel caso di basi di utenti molto ampie e diffuse, i gruppi di più processori e le varie istanze del [[database]] possono anche essere geograficamente dispersi.
 
Nei multiprocessori diverse [[CPU]] condividono una [[memoria (informatica)|memoria]] comune:
* le [CPU devono coordinarsi per accedere alla memoria;
* esistono diversi schemi di collegamento tra CPU e memoria; quello più semplice prevede un [[Bus (informatica)|bus]] condiviso.
 
Nel corso del [[2005]] sia [[Intel]] che [[Advanced Micro Devices|AMD]] sono giunti ad un punto in cui non riescono più ad aumentare la frequenza del [[clock]] dei propri processori (a causa dell'eccessivo consumo e produzione di calore) e quindi, dato che ormai i processi di miniaturizzazione lo consentono, hanno cominciato ad intraprendere la nuova strada del processore [[dual core]] che è una sorta di sistema biprocessore un po' particolare. Il [[Socket (elettronica)|socket]] sulla [[motherboard]] rimane uno solo, ma sul [[Package (elettronica)|package]] vengono montati due [[core (Hardware)|core]] identici, che vengono visti dal [[sistema operativo]] come due core "fisici", quindi quasi come se fosse un sistema biprocessore tradizionale. In realtà questo non è propriamente un sistema biprocessore, considerando che un sistema dual core condivide lo stesso [[Bus (informatica)|bus]] tra i due core.
 
Combinando processori dual core con motherboard dotate di due socket si avranno in pratica 4 core fisici di elaborazione; questo, secondo le definizioni iniziali rimane un sistema biprocessore, anche se all'atto pratico è come se fosse un "quadriprocessore".
Utente anonimo