Differenze tra le versioni di "Otobreda 76/62"

riscrittura frase in tono enciclopedico
m (r2.7.2+) (Robot: Modifico ru:76 mm/62 Compact in ru:3"/62 Mark 75)
(riscrittura frase in tono enciclopedico)
Il cannone è caratterizzato da una cadenza di tiro molto elevata, soprattutto nella versione Super Rapido (120 colpi al minuto), che lo rende particolarmente adatto per la [[contraerea|difesa anti-aerea]] e [[missile|anti-missile]] e per la [[Close-In Weapon System|difesa di punto]], anche se, visto il suo calibro, può essere usato anche in altri ruoli come il [[bombardamento navale]] e costiero. Il cannone è dotato di munizionamento convenzionale, che varia a seconda del tipo di impiego e la sua polivalenza di usi è data anche dalla gran quantità di tipi di munizionamento che vanno dall'[[proiettile incendiario|incendiario]] al [[proiettile perforante|perforante]], fino ai proiettili a [[proiettile a frammentazione|frammentazione]] con spoletta di prossimità. L'intero sistema è inoltre molto compatto ed è quindi installabile anche su navi di piccole dimensioni come le [[corvette]] o le [[vedetta (nave)|vedette]] costiere, oltre ad essere completamente controllabile da remoto. Recentemente è stato aggiunto il nuovo munizionamento guidato DART.
 
Questo cannone ha avutorappresentato un grandenotevole successo dicommerciale, exportessendo tant'èstato cheadottato è montato su navi dida 53 marine: l'ultimo importante successo è stato lo scalzare il cannone navale da 100 mm della marina francese nel progetto [[Classe Orizzonte (fregata)|''Orizzonte'']].
 
Nel sistema di controllo del fuoco del cannone nel corso degli anni c'è stata un'evoluzione. Le prime versioni erano dotate del radar RTN-10X Orion della [[Selenia]]. A partire della metà degli [[anni 1980|anni ottanta]] venne utilizzato il RTN-30X (SPG-73) nel sistema di [[CIWS|difesa di punto Dardo-E]] e poteva essere abbinato oltre che all'Otobreda Compatto e Super Rapido anche al cannone da [[Otobreda 127/54 Compatto|127/54]], al [[Breda Dardo]] e ai [[Missile antiaereo|missili]] [[Sea Sparrow]]/[[Selenia Aspide|Aspide]]. Il sistema Dardo-E fece il suo debutto nella Marina Militare sull'[[Incrociatore lanciamissili|incrociatore]] [[portaeromobili]] [[Giuseppe Garibaldi (551)|Garibaldi]], ma il radar RTN-30X era già stato imbarcato sulle [[Classe Maestrale (fregata)|Maestrale]], dove però alle due torrette binate del [[CIWS Dardo]] erano asserviti due radar RTN-20X, mentre le prime unità equipaggiate con sistema Dardo-E con il 76mm Super Rapido sono stati i due [[cacciatorpediniere lanciamissili]] [[Classe Audace (cacciatorpediniere 1971)|Audace]] dopo gli ammodernamenti e le prime unità ad essere equipaggiate sin dalla costruzione con il Dardo-E abbinato ai 76mm SR furono i due [[Cacciatorpediniere missilistico|cacciatorpediniere]] [[Classe Luigi Durand de la Penne|Classe Durand de la Penne]].
Utente anonimo