La Provincia di Cremona: differenze tra le versioni

m
Bot: dà 3ª persona singolare del verbo dare e modifiche minori
Nessun oggetto della modifica
m (Bot: dà 3ª persona singolare del verbo dare e modifiche minori)
|politica =
|sede = Via delle Industrie, 2 - 26100, [[Cremona]]
|direttore = Vittoriano Zanolli
|redattore capo =
|sito = http://www.laprovinciadicremona.it/
L'[[8 luglio]] [[1946]] un gruppo di agricoltori fonda la SEC, la Società Editoriale Cremonese (presidente Guido Grassi) che dà vita ad un [[settimanale]] politico-sportivo denominato "Il Lunedì".
 
Pochi mesi dopo la SEC da alle stampe una nuova pubblicazione, denominato "La Voce del Po". (direttore Giuseppe Romolotti). Si tratta di un passaggio fondamentale nell'editoria locale del dopoguerra, caratterizzata in quei mesi soprattutto da fogli politici: il neodirettore dichiara fin dal primo numero l'intento di dar voce a tutti i cittadini, senza distinzione di ideologia. Questa pubblicazione cessa le pubblicazioni il [[27 aprile]] [[1947]] per dar spazio ad una nuova iniziativa: "La Provincia"
 
A dire il vero il nuovo giornale si chiama "La Provincia del Po": mantiene tale denominazione fino al [[1º settembre]] [[1948]]. La redazione si trova a [[Cremona]], in Piazza della Pace e primo direttore è Mauro Masone.
 
Il giornale esce inizialmente due volte la settimana, il giovedì e la domenica ed ha solo quattro pagine. Nel [[1947]], per le sue posizioni liberal-democratiche viene preso di mira dagli scontri di lotta politica che caratterizzarono quegli anni in vista delle elezioni del 1948: il [[14 novembre]] 1947 la redazione andrà completamente distrutta ed il giornale uscirà per un paio di edizioni in situazione di emergenza, persino in ciclostile.
Sotto la guida di Giuseppe Sprovieri, succeduto a Mario Levi nel [[1951]], il numero delle pagine sale a otto, e cambia l'indirizzo la redazione che si trasferisce in Via Belcavezzo.
 
Nel [[1954]] ritorna Mario Levi che rafforza le pagine di cronaca allargandosi al territorio. Viene aperta, infatti, la redazione di [[Crema (Italia)|Crema]].
 
Sotto la direzione di Fiorino Soldi la redazione, nel [[1961]], si trasferisce nella sede che ancora gli è propria in Via delle Industrie, alla periferia occidentale della città. Qui viene impiantata anche una [[tipografia]] per la stampa in proprio.
== Diffusione ==
{| {{Prettytable|text-align=right}}
|-style="background:lightblue"
! Anno
! Copie vendute
3 379 460

contributi