Differenze tra le versioni di "Carica di Poloj"

L'Italia assicurava i propri confini con diverse divisioni, stanziate in basi nel Friuli Venezia Giulia, nell'Istria, in Zara, e in Albania.
 
Con il crescendocrescere del malcontento popolare causato dall'occupazione dell'[[Asse]], nel [[Regno di Jugoslavia]] prendeva sempre più piede un movimento armato filocomunista di opposizione, chiamato ufficialmente [[Armata popolare di liberazione della Iugoslavia]].
I primi scontri si svolsero già nei primi giorni dell'invasione, per poi continuare durante tutta l'occupazione, principalmente sotto forma di azioni di guerriglia, di sabotaggio e di disturbo.
 
Il 14° Cavalleggeri di Alessandria era uno dei reggimenti italiani presenti nei territori occupati, in cui le truppe erano prevalentemente a cavallo, quest'ultimo: era di sicuro il reggimento con la più alta mobilità tra tutti quelli nella zona.
 
Il reggimento, inquadrato nella [[1ª Divisione Celere "Eugenio di Savoia"]], compiva azioni di pattugliamento e controllo del territorio e gli incontri con i partigiani erano frequenti.
Utente anonimo