Differenze tra le versioni di "Giovanni Valentini (giornalista)"

nessun oggetto della modifica
m
}}
==Biografia==
Nato a [[Bari]], si è iscritto all'[[Ordine dei giornalisti]] il [[30 giugno]] [[1971]]. Vive a Roma e ha 2 figli, Luca e [[Niccolò Valentini|Niccolò]]. Comincia il suo percorso giornalistico alla ''[[Gazzetta del Mezzogiorno]]''. Dopo aver lavorato presso la redazione romana de ''[[Il Giorno]]'', partecipa alla fondazione de ''[[La Repubblica]]'', nel [[1976]], e vi svolge la funzione di inviato speciale prima e di capo della redazione di [[Milano]] poi. Dal [[1977]] al [[1979]] è stato direttore de ''[[L'Europeo]]'': aveva solo 29 anni e può essere ricordato come il più giovane direttore d`Italia.
 
In seguito ha diretto i quotidiani veneti ''[[il Mattino di Padova]]'' e ''[[la Tribuna di Treviso]]''. Fu direttore de ''[[L'Espresso]]'' dal [[1984]] al [[1991]] e vicedirettore de ''[[La Repubblica]]'' dal [[1994]] al [[1998]] su nomina di [[Eugenio Scalfari]]. È stato uno dei fondatori di ''[[repubblica.it]]'', il sito web del quotidiano.<ref>{{Cita web|url=http://www.interlex.it/recensioni/valentin.htm|titolo="Media Village. L'informazione nell'era di Internet" di Giovanni Valentini|editore=interlex.it|accesso=29-1-2011}}</ref> Attualmente è editorialista de ''[[La Repubblica]]'', dove si occupa di politica, informazione, ambiente e diritti civili e tiene la rubrica settimanale ''[[Il Sabato del Villaggio]]'' con cui ha vinto nel 2000 il Premio Saint-Vincent di giornalismo. Nel [[2008]] ha conquistato il premio alla carriera nell'ambito del concorso ''Giornalista di Puglia''.
78

contributi