Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
 
Passato alla carriera ecclesiastica, fu nominato cardinale da [[papa Innocenzo X]] nel [[concistoro]] del [[14 novembre]] [[1644]], con la [[diaconia]] di [[Santa Maria Nuova (diaconia)|Santa Maria Nuova]] (cambiato in quello di [[San Giorgio in Velabro (diaconia)|San Giorgio in Velabro]] dal [[1656]]).
 
Nel [[1655]] insieme a suo zio il cardinale [[Carlo di Ferdinando de' Medici|Carlo de' Medici] partecipò al [[Conclave del 1655|conclave]] in cui Fabio Chigi fu eletto papa con il nome [[Alessandro VII]].
 
Giovan Carlo era dotato di spiccata intelligenza e gusto estetico, che lo portarono a interessarsi dell'arte in genere, collezionando voracemente quadri, sculture e tutto ciò che di bello si poteva acquistare. La vera e propria nascita di una collezione generale degli [[Uffizi]] (e della [[Galleria Palatina]]) si deve proprio al suo intervento.
Utente anonimo