Differenze tra le versioni di "Scacchi esagonali"

m
m (migrazione automatica di 15 collegamenti interwiki a Wikidata, d:q643053)
Tale variante venne inventata dal geologo sovietico Isaak Grigorevich Shafran nel [[1939]] e registrata nel [[1956]]. Ne venne data una dimostrazione al ''Worldwide Chess Exhibition'' a [[Lipsia]] nel [[1960]].
 
La scacchiera ha la forma di un esagono irregolare con nove colonne e dieci traverse. Ci sono 70 case nella scacchiera, contro le 91 delle varianti di Glinski e McCooey. Le colonne sono chiamate con le lettere alladalla a alla i; le linee in direzione ore 10 e ore 4 sono chiamate con i numeri da 1 a 10. Nel diagramma, i due cavalli partono dalle case e1 ed e10; le torri nere partono dalle case a6 ed i10; le torri bianche partono dalle case a1 e i5. Ogni giocatore chiama il settore sinistro della scacchiera lato di donna ed il settore destro lato degli alfieri; ogni settore non coincide con quello dell'avversario (il lato di donna del bianco è il lato degli alfieri del nero e viceversa). I pezzi ed i pedoni si muovono e catturano esattamente come la variante di McCooey. Comunque, la prima mossa di un pedone può portarlo alla metà della sua colonna. Ciò significa che i pedoni in a e i possono fare solo un passo in avanti, quelli in d, e ed f possono fare una mossa di tre case. Se fanno una mossa simile, possono essere catturati en passant.
 
Nel diagramma a sinistra, il pedone nero in d8 ha tre mosse possibili, ma nessuna è sicura; dopo <code>1...d7</code> può essere catturato con <code>2.exd7</code>; dopo <code>1...d6</code> può essere catturato con <code>2.exd7 e.p.</code> o <code>2.cxd7</code>; dopo <code>1...d5</code> può essere catturato [[en passant]] da entrambi i pedoni.