Differenze tra le versioni di "Utente:Neonic/Sandbox"

nessun oggetto della modifica
 
==Biografia==
AppenaNel ventenne[[1944]] seguì comefu cronista idurante lavori delil congresso dei [[Comitato di Liberazione Nazionale|Comitati di liberazione nazionale]], celebratiche si tennero al [[teatro Piccinni]] di Bari il 28 e 29 gennaio [[1944]] attornoe allaai figuraquali dipartecipò anche [[Benedetto Croce]]. Di quelle giornate, determinanti per il futuro dell'Italia repubblicana, Oronzo Valentini tenne, insieme cone Ciro Bonanno del Mattino, si occuparono di redigere il resoconto stenografico.
 
Nel [[1944]] fondòpartecipò aalla [[Bari]]fondazione ldell'Associazione della stampa e ldell'[[Ansa]]. (perPer questl'ultimaAnsa fu a lungo prima corrispondente e poi responsabile per la [[Puglia]] e la [[Basilicata]]).
 
Dal [[1962]] al [[1979]] fu direttore della [[Gazzetta del Mezzogiorno]],. guadagnandoAd iloggi primatoè delil piùgiornalista lungoche periodoha didiretto direzioneil nellaquotidiano storiapiù dellaa testatalungo.
Nel [[1944]] fondò a [[Bari]] l'Associazione della stampa e l'[[Ansa]] (per quest'ultima fu a lungo prima corrispondente e poi responsabile per la [[Puglia]] e la [[Basilicata]]).
 
 
Dal [[1962]] al [[1979]] fu direttore della [[Gazzetta del Mezzogiorno]], guadagnando il primato del più lungo periodo di direzione nella storia della testata.
 
 
Nel [[1963]], all'indomani dell'istituzione dell'[[Ordine dei giornalisti]], ne terrà per primo le redini in qualità di presidente interreggionale, mantenendo quest'incarico per quasi un ventennio. Dettagli che hanno fatto sì che Oronzo Valentini, padre dei giornalisti [[Giovanni Valentini (giornalista)|Giovanni]] e Antonello, fosse considerato a pieno titolo fra i decani dell'informazione pugliese e italiana.
 
Nel [[1963]], successivamente all'istituzione dell'[[Ordine dei giornalisti]], è stato presidente interreggionale per quasi vent'anni.
 
{{Portale|biografie}}
78

contributi