Emilio Fantin: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
m (smistamento lavoro sporco)
Nessun oggetto della modifica
Nel 2003 ha partecipato alla mostra [[Arte Pubblica in Italia: lo spazio delle relazioni]] curata da [[Anna Detheridge]] presso [[Cittadellarte]]_Fondazione Pistoletto a Biella.
 
=== Opere ===
 
Tra il 1988 e il 1990 realizza la serie ''Strappi'' parti di superfici diverse asportate da muri esteri o interni di edifici e case, provenienti da località italiane ed europee, queste opere derivano da riflessioni concettuali e da studi di logica.
In seguito l’artista ha organizzato workshop dedicati al rapporto tra arte e natura, ideando percorsi e realizzando opere utili alla rivalorizzazione di aree verdi, per riaffermare il legame tra l’uomo e i luoghi naturali. Ne sono un esempio le opere collettive e i progetti realizzati nell’ambito di "Percorsi Arte e Natura": nel 2010 ha progettato il ''Pollaio Smeraldi'' nel parco di Villa Smeraldi a Bologna e nel 2011 sempre nello stesso parco l’artista ha diretto la creazione di una serie di attività volte alla fabbricazione di opere di valore estetico e di servizi, realizzati artigianalmente, per migliorare il parco, in particolare l’area riservata ai più piccoli.
 
=== Mostre Personali ===
 
 
*Rêves , Le Magasin, Grenoble. Emilio Fantin , Galleria Luigi Franco Arte Contemporanea, Torino.
 
=== Mostre Collettive ===
 
 
122 564

contributi