Apri il menu principale

Modifiche

m
nessun oggetto della modifica
 
==Effetti sulla salute umana==
 
{{vedi anche|PM10}}
In particolare si andranno ora ad approfondire gli effetti sulla salute umana perché giustamente è il problema maggiormente sentito.
Anzitutto sono state effettuate delle [[ricerche epidemiologiche]] (MISA-1 e MISA-2) che mostrano come ad un aumento del [[PM10]] di 10 μg/m3 corrisponda un incremento della mortalità giornaliera dello 0,5-1%. Per questo motivo vengono emanati i limiti sulla concentrazione di PM10 riportati precedentemente.
Tuttavia ci sono alcuni inquinanti, per i quali è stato accertato un [[effetto cancerogeno]], su cui non è possibile stabilire dei valori al di sotto dei quali non vi siano rischi. Tra questi ci sono il '''benzene''' e gli '''Idrocarburi Policiclici Aromatici''' '''(IPA)'''.
Gli IPA sono composti organici contenenti due o più anelli aromatici che condividono una coppia di atomi di carbonio (fusi) e ne sono stati individuati 16 come inquinanti prioritari. Questi composti hanno origine soprattutto dalle emissioni attribuibili al traffico pesante e l’80-90% è contenuto nella frazione di PM2,5. Sebbene costituiscano soltanto una frazione minima del particolato (inferiore a una parte su diecimila) rivestono una grande importanza a livello tossicologico. Inoltre la loro concentrazione è notevole soltanto durante le stagioni autunno-inverno perché in estate tendono a passare dalla fase particolato (liquida o solida) alla fase solida.
 
Per la prevenzione vedi la voce[[PM10]].
[[Immagine:IPA-milano.JPG|thumb|]]
 
129 181

contributi