Apri il menu principale

Modifiche

 
== Trama ==
Salvatore Cangemi è un siciliano trapiantato a [[Milano]], proprietario di una società di Ortofrutta, che è in realtà una copertura alla sua vera attività: la [[prostituzione]].
Si sente il padrone assoluto di [[Milano]], fino a quando non trova la sua migliore "ragazza" affogata nel suo club. L'omicidio è stato commesocommesso da Roger Daverty, detto il [[Francia|francese]], che vorrebbe mettersi in società con lui per far spacciare droga dalle sue prostitute. Inizia così una guerra senza esclusione di colpi tra i duemafia, in cui la [[Polizia]] è solo spettatrice. La situazione è in stallo fin quando il [[compare]] di Cangemi gli dice di rivolgersi ad un boss [[Mafia|mafioso]] [[italoamericano]] tornato in [[Sicilia]]. Il mafioso accetta, ma i suoi metodi troppo "ragionati", non vanno bene a SalvatoreCangemi. Ma alla fine danno i frutti, ed i sicilianimafiosi mettono il francese alle strette. Ma a Cangemi questo non sembra più interessare perché si è perdutamente innamorato di Jasmina, e compra una sontuosa villa in [[Costa Azzurra]] dove vanno a vivere insieme. Le folli spese che affronta per Jasmina fanno ritardare il pagamento delle percentuali, tanto che sia il Francese che l'italoamericano se ne lamentano. Ma in realtà Jasmina è solo una prostituta pagata dal francese per fare il doppio gioco. SalvatoreCangemi se ne accorge e decide di scappare, ma a casa sua arriva la polizia che effettua una perquisizione e trova dell'[[eroina]]. Capisce che lo hanno incastrato, ma riesce comunque a fuggire, vuole uccidere il francese, ma lo trova già morto. Il boss mafioso e i suoi compari lo uccidono.
 
==Collegamenti esterni==
Utente anonimo