Differenze tra le versioni di "Ossario del monte Cimone"

nessun oggetto della modifica
 
Alle ore 5.45 del 23 settembre [[1916]], 14.200 kg di sostanze esplosive furono fatte brillare, sconvolgendo la vetta del monte Cimone e seppellendo l'intera brigata di [[fanteria]] ''Sele'' lì dislocata. Nel primo dopoguerra furono recuperati i resti di 1.210 caduti (tutti ignoti) i quali furono inumati in un unico vano costituente il vero e proprio ossario, inaugurato appunto 13 anni dopo questo episodio.
[[File:Provincia di Vicenza-Stemma.png|180px|thumb|left|I quattro ossari nello stemma della [[provincia di Vicenza]]: l'[[ossario del Pasubio]], Ossario del monte Cimone, [[Sacrario militare di Asiago]], [[Sacrario militare del monte Grappa]] ]]
 
L'ossario del monte Cimone è diventato, insieme a quelli del [[Pasubio]], del [[monte Grappa]] e del [[Sacrario militare di Asiago|Leiten]], simbolo della [[provincia di Vicenza]].
 
2 403

contributi