Differenze tra le versioni di "Equalizzazione"

1 005 byte aggiunti ,  7 anni fa
nessun oggetto della modifica
m (Bot: Elimino interlinks vedi Wikidata)
* creare suoni completamente nuovi;
* linearizzare l'acustica dell'ambiente di ascolto in base ai [[Diffusore acustico|diffusori]] usati;
 
=== Collocazione dell'equalizzatore ===
All'interno di una sequenza di effetti e processori di segnale, dove l'input è costituito da un segnale da amplificare (es. microfono, chitarra, basso...) e l'output è costituito dal cosiddetto "finale di potenza" che alimenta il segnale elaborato e lo passa alle casse acustiche, l'equalizzatore viene tipicamente posto nella parte finale della catena, in modo che il suono possa essere - appunto - opportunamente regolato sulla base della timbrica e dell'acustica "di ritorno", cioè dell'effettiva sensazione acustica di chi ascolta. Nei sistemi di amplificazione compatti, l'equalizzazione è una regolazione posta sull'amplificatore stesso. Ciò non toglie che l'equalizzatore possa essere utilizzato, all'interno della catena di effetti e processori di segnale, anche in altre posizioni, per ottenere una pre-elaborazione del segnale di ingresso e riuscire così ad amplificare o ridurre frequenze che saranno poi elaborate da altri processori di effetti.
 
=== Filtri ===
Utente anonimo