Differenze tra le versioni di "Speronella Dalesmanni"

nessun oggetto della modifica
m (→‎Collegamenti esterni: categorie ridondanti)
{{quote| O Jacopo, dicea, da Sant'Andrea <br/> che t'è giovato di me fare schermo <br/> che colpa ho io della tua vita rea? <br/> (Inferno XIII, 133-35)}}
 
Al marito lasciò i suoi possedimenti di Fabrico, ''Sant'Angelo di Sala'' ("Sant'Angelo di [[Santa Maria di Sala]]"), e ''Rivaleto'' ("[[Rivale]]"); alla figlia Zamponia altri beni. Ad un certo Spinabello di ''Zulinigo'' ([[Zianigo]]) lasciò terre in Martezana, ''Santambrosone'' ([[Sambruson]]) e [[Cazzago (Pianiga)|Cazzago]], frazione di [[Pianiga]]. Lasciò inoltre molti lasciti a favore di chiese, monasteri, ospedali, non solo di Padova ma anche del padovano, del Dogado e nella città di [[Venezia]], della Marca di [[Treviso]], del Ferrarese, della [[Toscana]], fino all’ospedale di San Giovanni in [[Gerusalemme]].
Tra le chiese citate ci sono quelle di: [[San Giacomo]] vicino al suo castello di [[Codiverno]], [[Sant'Andrea di Codiverno]], la Pieve di San Prosdocimo oltre [[Brenta (fiume)|Brenta]], di [[Murelle]], di [[Sant'Eufemia]] di [[Borgoricco]] e l'oratorio di [[San Nicolò]] in Favariego, [[San Bartolomeo]] di [[Ballò]], [[San Silvestro]] di [[Vetrego]]<ref>Cristina Morgante, ''Testamento di Speronella 1192''</ref>.