Differenze tra le versioni di "Jamestown (Virginia)"

nessun oggetto della modifica
{{Coord|37|12|33|N|76|46|39|W|display=title}}
Nel 1606 La [[Virginia Company]] ricevette dal re [[Giacomo I d'Inghilterra]] una concessione per la costituzione di insediamenti inglesi nel nord America. Il [[13 maggio]] [[1607]] una spedizione [[Inghilterra|inglese]] della [[Virginia Company]] raggiunse la costa degli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]], con 108 uomini e tre navi ([[Susan Constant]], [[Godspeed (nave)|Godspeed]] e [[Discovery (nave)|Discovery]]) per costruire il primo insediamento stabile nel [[nuovo mondo]] in quello che oggi è lo stato della [[Virginia]] in onore della regina [[Elisabetta I d'Inghilterra]], nota allora come "Regina Vergine" in quanto non si sposò mai.
Dopo aver gettato l'ancora nell'aprile 1607 a[[Cape Henry]],nei pressi dell'odierna [[Virginia Beach]] lungo la costa atlantica, vennero dissigillati gli ordini.
Dopo lo sbarco a [[Cape Henry]], vennero dissigillati gli ordini. La ricerca di un luogo adatto alla fondazione della colonia durò fino al 14 maggio 1607, quando il capitano [[Edward Maria Wingfield]], presidente del consiglio, scelse il sito del nuovo villaggio che venne chiamato '''Jamestown''' in onore del re [[Giacomo I d'Inghilterra]]. L'insediamento, inizialmente costituito per lo più da poche case di legno e da una chiesa, era fortificato da alte palizzate. I rigori climatici, la mancanza d'acqua e gli attacchi delle tribù [[Algonchini|algonchine]] quasi distrussero la colonia. Sembra inquadrarsi in questo periodo il fatto, in base al quale nel dicembre del 1607, mentre cercava cibo lungo il Chickahominy River, [[John Smith di Jamestown|John Smith]] fu catturato e condotto di fronte al capo dei [[Confederazione Powhatan|Powhatan]], [[Wahunsunacock]], a Werowocomoco, centro della [[Confederazione Powhatan]] situato sulla sponda nord dello York River. Benché temesse per la sua vita, Smith fu alla fine rilasciato senza danni ed in seguito egli attribuì la sua salvezza all'intervento della figlia del capo, [[Pocahontas]],figlia minore di [[Wahunsunacock]], la quale, stando al resoconto di John Smith, si gettò sul suo corpo. Instauratesi, così, delle buone relazioni con quei nativi, sembra che da allora la sopravvivenza della prima comunità inglese sia stata anche favorita dalla fornitura di cibo da parte degli stessi indiani. In seguito però i rapporti con le [[Nativi americani|tribù indigene]] si deteriorarono, tanto che nel durissimo inverno del 1609-1610 la piccola comunità inglese fu lungamente assediata dai nativi e, per resistere anche alla totale mancanza di cibo, pare, in base ad alcuni studi archeologici, che i sopravvissuti, circa una sessantina di persone, siano giunti a praticare persino il cannibalismo.
Nei 18 giorni che impiegarono nell'esplorazione dell'area, essi videro sicuramente l'enorme porto naturale di [[Hampton Roads]], e molti componenti apprezzarono il luogo. Comunque, dopo aver esplorato il [[James River]], si insediarono sulla Jamestown Island, dove fondarono la prima colonia inglese, ancora esistente in terra americana, il 14 maggio 1607,quando il capitano [[Edward Maria Wingfield]], presidente del consiglio, scelse il sito del nuovo villaggio che venne chiamato '''Jamestown''' in onore del re [[Giacomo I d'Inghilterra]]. L'insediamento, inizialmente costituito da poche semplici case di legno e da una chiesa, era fortificato da alte palizzate.
DopoNonostante loi sbarcovantaggi adifensivi [[Capedi Henry]],quell'ubicazione vennero dissigillaticontro gli ordini.attacchi Laspagnoli, ricercache diper unprimi luogoavevano adattoscoperto allala fondazione[[Baia delladi colonia durò fino al 14 maggio 1607Chesapeake]], quando il capitanoluogo [[Edwardbasso Mariae Wingfield]],paludoso presidentea delJamestown consiglio,riservò scelserisorse ilmolto sitomodeste dele nuovoinsufficienti villaggioal chenumero vennedei chiamatocoloni. '''Jamestown'''Più indi onorecinque delanni redi [[Giacomoesistenza Idifficile d'Inghilterra]].e L'insediamento,percentuali inizialmentedi costituitomortalità permolto loelevate, piùnel daperiodo poche1609-10, caseportarono dialla legnomorte edell'80% dadei una500 chiesa,coloni eraanch fortificatoa da alte palizzate.causa Idei rigori climatici, ladella mancanza d'acqua e glidegli attacchi delle tribù [[Algonchini|algonchine]] che quasi distrussero la colonia. Sembra inquadrarsi in questo periodo il fatto, in base al quale nel dicembre del 1607, mentre cercava cibo lungo il Chickahominy River, [[John Smith di Jamestown|John Smith]] fu catturato e condotto di fronte al capo dei [[Confederazione Powhatan|Powhatan]], [[Wahunsunacock]], a Werowocomoco, centro della [[Confederazione Powhatan]] situato sulla sponda nord dello York River. Benché temesse per la sua vita, Smith fu alla fine rilasciato senza danni ed in seguito egli attribuì la sua salvezza all'intervento della figlia del capo, [[Pocahontas]],figlia minore di [[Wahunsunacock]], la quale, stando al resoconto di John Smith, si gettò sul suo corpo. Instauratesi, così, delle buone relazioni con quei nativi, sembra che da allora la sopravvivenza della prima comunità inglese sia stata anche favorita dalla fornitura di cibo da parte degli stessi indiani. In seguito però i rapporti con le [[Nativi americani|tribù indigene]] si deteriorarono, tanto che nel durissimo inverno del 1609-1610 la piccola comunità inglese fu lungamente assediata dai nativi e, per resistere anche alla totale mancanza di cibo, pare, in base ad alcuni studi archeologici, che i sopravvissuti, circa una sessantina di persone, siano giunti a praticare persino il cannibalismo.
Dopo la prima guerra anglo-Powhatan (1609–1613), le nozze tra [[Pocahontas]] ed il colono inglese [[John Rolfe]] nel 1614, segnarono l'inizio di un periodo di relazioni pacifiche tra i coloni Inglesi e gli [[Indiani]] della Confederazione Powhatan. Ma in seguito i rapporti peggiorarono di nuovo ed il [[22 marzo]] [[1622]] i guerrieri [[Algonchini]], nell'episodio conosciuto con il nome di [[Il massacro di Jamestown|massacro di Jamestown]], uccisero 347 persone, pari a un terzo degli abitanti della colonia.
 
Utente anonimo