Differenze tra le versioni di "Neutrofilia"

444 byte aggiunti ,  8 anni fa
Ampliamento
m (migrazione automatica di 7 collegamenti interwiki a Wikidata, d:q491741)
(Ampliamento)
{{F|procedure diagnostiche|febbraio 2012}}
 
La '''neutrofilia''' nota anche come '''leucocitosi neutrofila''' è l'aumento del numero dei granulociti neutrofili, o [[neutrofili]], uno dei 5 tipi di [[globuli bianchi]] che circolano nel [[sangue]] periferico, al di sopra del limite superiore di normalità di 7700 per millimetro cubo (o microlitro).
 
==Eziologia==
I neutrofili sono fra le prime cellule bianche del sangue a rispondere ad una infezione batterica. Ne consegue che la causa più comune di neutrofilìa è un'infezione batterica, specialmente causata da piogeni.<br>
I neutrofili risultano aumentati anche in qualsiasi infiammazione acuta, come ad esempio nel caso di una sindrome coronarica acuta oppure un infarto cerebrale o un'ustione e simili.
 
Tra le cause della neutrofilia, vi possono essere stimoli fisiologici ([[parto]], [[dolore]], [[stress (medicina)|stress]], sforzo fisico, pasto), [[infezioni]] (soprattutto [[batteri]]che ed in particolar modo streptococciche ma anche micotiche e protozoiche), [[flogosi]] (interventi chirurgici, collagenopatie, [[trauma fisico|traumi]], [[necrosi]] tissutali anche dovute ad infarto, [[ustioni]], appendiciti), assunzioni di [[farmaci]] (come clorpropamide, serotonina, [[digitalis|digitale]], acetilcolina) o [[ormoni]], [[intossicazioni]], [[tumori]] ([[leucemia mieloide cronica]]) o emopatie ([[Anemia megaloblastica]], [[emolisi]]).