Differenze tra le versioni di "Chiesa di Santa Maria ai Monti"

nessun oggetto della modifica
Nella chiesa si trova un [[organo a canne]], costruito nel [[1878]] dai torinesi [[Collino]] e figli.
Questo strumento era in origine collocato in altro sito della Chiesa e fu trasferito nell'attuale ubicazione dall'organaro [[Augusto Del Chiaro]] nel [[1899]], previe alcune modifiche.
L'organo è dotato di una cassa in legno artisticamente lavorata e capace di unire una grande sonorità ed una gradevole dolcezza; è posto sopra la porta d'ingresso, in una [[cantoria]] che pare sia stata (la prima in [[Roma]] ad essere costruita in [[cemento armato]] sopra il portale d'ingresso e racchiuso in un'elegante cassa decorata a tempera con dorature.
Il prospetto, dal profilo rettilineo, è composto di 29 canne disposte a cuspide e separate in tre campate. Le bocche d'ogni canna sono allineate con labbro superiore a scudo segnato dall'interno.
L'organo è stato restaurato nel [[1969]] da [[Alfredo Piccinelli]]. In buono stato di conservazione, l'[[organo]] - perfettamente funzionante - viene frequentemente suonato dall'[[organista]] titolare della Parrocchia, [[Paolo Tagliaferri]]. Lo strumento, ad una tastiera e pedaliera corta, ha 27 registri.
L'organo, capace di unire una grande sonorità ed una gradevole dolcezza, è stato restaurato nel [[1969]] da [[Alfredo Piccinelli]].
Di seguito, la sua disposizione fonica in base alla posizione delle manette ad incastro dei vari registri nelle due colonne della registriera:
L'organo è stato restaurato nel [[1969]] da [[Alfredo Piccinelli]]. In buono stato di conservazione, l'[[organo]] - perfettamente funzionante - viene frequentemente suonato dall'[[organista]] titolare della Parrocchia, [[Paolo Tagliaferri]]. Lo strumento, ad una tastiera e pedaliera corta, ha 27 registri.
Lo strumento, ad una tastiera e pedaliera corta, ha 27 registri. I registri sono comandati da manette lignee a movimento orizzontale ed incastro verticale, disposte in due colonne a destra della tastiera, contrassegnate dalle originale targhette cartacee poste tra le feritoie e recanti la seguente disposizione fonica:
 
{| border="0" cellspacing="0" cellpadding="20" style="border-collapse:collapse;"
Utente anonimo