Acconciatura: differenze tra le versioni

Fix wl
m (Tolgo il parametro di {{Thesaurus BNCF}} per usarlo con Wikidata)
(Fix wl)
In [[Asia]] divenne caratteristica la treccia diffusa ai tempi dei [[Manciù]] nel [[XVII secolo]], unica nel caso della pettinatura maschile e multipla e in numero pari per le donne.
 
Sin dal periodo dell'[[antica Grecia]], l'acconciatura era considerata molto importante e particolarmente curata, solo nel [[300 a.C.]] cominciarono a comparire a [[Roma]] i primi [[barbiere|barbieri]] provenienti dalla [[Sicilia]], mentre per le donne si diffuse l'abitudine di annodare i capelli in [[treccia|trecce]]. Nel [[primoI secolo|I secolo]] [[d.C.]] si diffuse l'abitudine di indossare [[parrucca|parrucche]], abitudine poi abolita dal [[Cristianesimo]] che predicò la semplicità dei costumi al punto da emettere nel [[VII secolo]] una bolla papale indirizzata contro i lussi delle capigliature.
 
Dopo le [[crociate]], l'influsso dei paesi [[Asia|orientali]] portò la moda di adornarsi i capelli con [[pietre preziose]] ed [[oro|ori]]. Dal [[XIV secolo]] si diffusero le prime forme di [[fermaglio|fermagli]] ed altri accessori, in particolar modo il ''balzo'', una forma in cartone che serviva a sollevare l'acconciatura fino a 70 [[centimetri]]. Nel [[XVI secolo|Cinquecento]] in [[Italia]], ed in particolar modo in [[Toscana]] si diffuse la moda fra le donne di raccogliere i capelli in una reticella, mentre dovunque si impose l'uso del feltro, proveniente dalla [[Spagna]].
60 303

contributi