Differenze tra le versioni di "Corna Trentapassi"

m
WPCleaner v1.27 - Disambigua corretto un collegamento - Marone
m (WPCleaner v1.27 - Disambigua corretto un collegamento - Marone)
|grandesettore = [[Alpi Sud-orientali]]
|sezione = [[Prealpi Bresciane e Gardesane]]
|sottosezione = [[Prealpi brescianeBresciane]]
|supergruppo = [[Catena Bresciana Occidentale]]
|gruppo = Gruppo del Guglielmo
}}
 
La '''Corna Trentapassi''' è una [[montagna]] delle [[Prealpi Bresciane e Gardesane]] alta 1.248 m [[Livello del mare|s.l.m.]], posizionata sulla sponda orientale del [[lago d'Iseo]]. Segna l'inizio della [[valleval Camonica]].
 
Per la sua posizione, isolata rispetto ai rilievi prealpini circostanti e protesa nel lago, la vetta della montagna è considerata un ottimo punto panoramico nonostante la quota modesta.
Per salire alla vetta vi sono diversi itinerari: la maggior parte è alla portata di [[escursionismo|escursionisti]], in quanto solamente quello che affronta la montagna dal versante nord presenta difficoltà tecniche. La possibile presenza di neve nei mesi invernali rende consigliabili tali itinerari da aprile a novembre.
 
Il sentiero più difficile ([[Escursionismo#Scala_delle_difficolt.C3.A0_escursionistiche|difficoltà]] EEA) inizia a [[Toline]] (188&nbsp;m), frazione a sud-ovest di [[Pisogne]], seguendo il [[segnavia (alpinismo)|segnavia]] [[Club Alpino Italiano|CAI]] n. 212. Ripido, diviene una [[via ferrata]] (per la quale è necessaria l'adeguata attrezzatura) nel tratto finale, preceduta e seguita da alcuni delicati passaggi su roccette. Adatto ad escursionisti allenati ed attrezzati, supera un dislivello di 1060&nbsp;m e richiede, nel complesso, circa 3 ore<ref>secondo quanto segnalato dalla recensione su [http://www.vieferrate.it/ferratatrentapassi.htm www.vieferrate.it]</ref>.
 
Due sentieri (segnavia CAI n. 263 e n. 265) si sviluppano lungo il versante sud della montagna partendo dalla ex [[Strada statale 510 Sebina Orientale|SS 510]] presso Vello (209&nbsp;m), frazione di [[Marone (Italia)|Marone]]. Il primo (difficoltà EE) presenta alcuni passaggi delicati e richiede 2 ore e 30 minuti, mentre il secondo è più agevole anche se più lungo (3 ore, difficoltà E)<ref name="Caimarone">in base ai dati forniti dal CAI Marone nella [http://digilander.libero.it/caimarone/sentieri.htm recensione dei percorsi].</ref>
A partire dal 2011, questi sentieri sono teatro di una spettacolare gara podistica denominata, appunto, Trentapassi Skyrace.<ref>sito ufficiale della Trentapassi Skyrace e Trentapassi Vertical su [http://www.trentapassiskyrace.it www.trentapassiskyrace.it]</ref>.
 
A [[Zone]], più precisamente in frazione Cusato (689&nbsp;m), inizia il percorso più breve, e per molti aspetti anche meno impegnativo. Contraddistinto dal segnavia CAI n. 229, è inizialmente una [[mulattiera]] a fondo [[Ciottolato|acciottolato]] che sale con pendenza costante, passando per la malga Coloreto (895&nbsp;m) sino all'omonima forcella (942&nbsp;m) dove incrocia altri sentieri segnalati e diviene un sentiero, sino alla panoramica anticima e alla vetta. Tecnicamente facile (difficoltà E), richiede 1 ora e 30 minuti<ref>recensione del percorso su [http://www.montagnecamune.it/corna_trentapassi.htm www.montagnecamune.it]</ref>.
 
==Riferimenti artistici==
Sullo sfondo della ''[[Gioconda]]'' di [[Leonardo da Vinci]], alla destra di Monna Lisa, è dipinta una montagna aspra e scoscesa che, se vista allo specchio, presenta un profilo simile a quello della Corna Trentapassi. L'ipotesi secondo cui Leonardo trasse ispirazione da paesaggi del [[Lago d'Iseo|Sebino]], del fiume [[Oglio]] e della [[Val CalepioValcalepio]]<ref>{{pdf}} Sandro Albini, [http://www.gamonline.it/pdf/101.pdf ''Alla destra della Gioconda''], GAM Edizioni, 2009</ref> sarebbe suffragata anche da altre opere, come il disegno a [[sanguigna]] ''Temporale su una Vallata'' in cui comparirebbe nuovamente la Corna Trentapassi, e la ''Madonna dei Fusi''.
 
==Note==
494 564

contributi