Differenze tra le versioni di "Ayatollah"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  7 anni fa
m
→‎Grandi āyatollāh: ogni tanto era maiuscolo ogni tanto no - messo sempre in maiuscolo
(Annullata la modifica 58111052 di 79.26.224.135 (discussione))
m (→‎Grandi āyatollāh: ogni tanto era maiuscolo ogni tanto no - messo sempre in maiuscolo)
 
== Grandi āyatollāh==
Solo pochi dei più importanti āyatollāh vengono riconosciuti come '''grandiGrandi āyatollāh''' (''āyatollāh al-ʿuzmā'', "grande segno di Allah" o "grande segno di Dio"), o ''[[marja' al-taqlīd]] '' ("fonte di emulazione"). Solitamente ciò avviene quando i seguaci di un āyatollāh fanno riferimento a lui in moltissimi casi e quindi gli chiedono di pubblicare un testo giuridico-religioso che possa fungere da codice di comportamento per i casi più comuni della vita di un [[musulmano]].<br />
Questo testo è detto ''Risālat ʿIlmiyya'' e solitamente è una riscrittura della ''al-Urwa al-Wuthqa'' in cui l'ayatollah fornisce la propria interpretazione delle più autentiche fonti religiose islamiche alla luce delle condizioni presenti.
 
In [[Iraq]] c'è solitamente un Grande āyatollāh che è a capo delle ''Hawza'' di [[Najaf]] (attualmente - luglio 2010 - il grande āyatollāh è [[Ali al-Sistani|ʿAlī al-Sīstānī]]) e pochi altri che collaborano con lui (in questo momento Muḥammad Saʿīd al-Ḥakīm, Muḥammad Isḥāq al-Fayyād e Muḥammad Taqī al-Modarresī).<br />
In [[Libano]] c'è solitamente un grandeGrande āyatollāh. Fino al 4 luglio 2010 è stato [[Hassan Nasrallah]].</br>
Più numerosi sono i grandiGrandi āyatollāh che vivono in [[Iran]] (specie nella città santa di [[Qom]]). In [[Iran]] vi sono 85 āyatollāh e 40 Grandi āyatollāh<ref>[http://www.geopolitica-rivista.org/18117/padri-e-figli-della-rivoluzione-islamica-il-clero-iraniano-affronta-il-rischio-di-perdere-il-potere/ A. Kuznecov, ''Padri e figli della Rivoluzione Islamica: il clero iraniano affronta il rischio di perdere il potere'', geopolitica-rivista.org, 23 giugno 2012]</ref>. Fra i più noti vi sono [[Ali Khamenei|ʿAlī Khameneʿī]] (che in Iran riveste il potente ruolo di ''guida suprema'' della rivoluzione islamica), [[Hossein-Ali Montazeri|ʿAlī Montazerī]], Jawād Tabrīzī, Kāẓem al-Ḥāʾerī, Moḥammed Fāżel Lankaranī, Moḥammed Ḥoseyn Faḍlullāh e Ṣādiq Ḥoseyni Shīrāzī.
 
Tuttavia, l'āyatollāh più noto in Occidente è sicuramente [[Ruhollah Khomeini|Rūḥollāh Khomeynī]], che fu il principale leader della [[Rivoluzione Iraniana]] del [[1979]] e che ispirò la [[repubblica islamica]] che ne uscì, diventandone la ''guida suprema'' fino alla sua morte ([[1989]]).
488

contributi