Differenze tra le versioni di "Rudolf Hilferding"

nessun oggetto della modifica
m (Orfanizzo redirect come da richiesta)
Di idee [[marxismo|marxiste]], dettò la politica economica del [[Partito socialdemocratico tedesco]] e fu deputato e ministro delle finanze della [[Repubblica di Weimar]]<ref>[[il manifesto]], ''L'album di famiglia'', Roma, 2007, pag. 12.</ref>. Con l'avvento di [[Adolf Hitler|Hitler]] si rifugiò in [[Francia]], ma dopo l'occupazione [[nazismo|nazista]] venne arrestato e morì in carcere in circostanze mai chiarite<ref>{{en}} Bundeskanzler-Willy-Brandt-Stiftung, ''[http://www.willy-brandt.org/bwbs_biografie/Social_democrats_turned_over_to_Germany_B964.html Social democrats turned over to Germany]''.</ref>.
 
Hilferding è considerato tra i più influenti pensatori socialdemocratici del primo Novecento. Il suo saggio ''Il capitale finanziario'' influenzò [[Lenin]] nella suo saggio ''[[Imperialismo: Fase suprema del capitalismo]]''<ref> Thomas Lane, ''[http://books.google.com/books?as_brr=3&id=VlR8YCE8lkQC&dq=%22Rudolf+Hilferding%22&pg=PA421&lpg=PA421& Biographical Dictionary of European Labor Leaders]''</ref>.
{{citazione necessaria|''Il Capitale finanziario'' di Rudolf Hilferding è stato la base sulla quale [[Lenin]] ha scritto ''L'imperialismo'': le teorie che Lenin vi ha sviluppato sulle crisi del capitalismo, sulla concentrazione del capitale e sul prevalere del capitale finanziario su quello industriale sono prese di peso dall'opera di Hilferding, socialdemocratico che non passò mai al comunismo.}}
 
== Note ==
== Bibliografia ==
*Rudolf Hilferding, ''[http://www.mimesisedizioni.it/archives/002010.html Il capitale finanziario]'', introduzione di [[Emiliano Brancaccio]] e [[Luigi Cavallaro]]. Milano, Mimesis, 2011, pp. 544. ISBN 9788857507804.
 
==Note==
<references/>
 
== Altri progetti ==
5 088

contributi