Differenze tra le versioni di "Bianca e volta"

nessun oggetto della modifica
{{w|editoria|gennaio 2011}}
'''Bianca e volta''' è un termine ''[[Tipografia|tipografico'']] per designare le due [[Facciata (tipografia)|facciate]] contrapposte di un [[Carta|foglio di carta]] da stampare.
 
Il termine viene usato nel linguaggio [[Tipolitografia|tipolitografico]] sia per decidere ad esempio cosa stampare in 'bianca' (lato A del foglio) sia cosa stampare nel 'volta' (lato B dello stesso foglio).
 
Si usa anche per descrivere pregi e velocità di una macchina da [[stampa offset]]. Per ottenere in un solo passaggio un foglio stampato con testi [[Monocromia|monocromatici]] e [[quadricomia|quadricromie]] abbiamo bisogno di quattro colori ([[Ciano]], [[Magenta]], Giallo e Nero).
 
Una macchina offset ad otto colori potrà stampare quindi ''contemporaneamente'' ad una velocità che si aggira su decine di miglia di copie-ore, quattro colori in bianca e quattro in volta.
Questo significa che il nostro foglio di carta (immaginiamo un 70 x 100) quando avrà attraversato in pochi secondi tutti gli otto gruppi stampa della macchina offset, sarà stampato da ambedue le parti con testi monocromatici e quadricromie.
 
Il pregio delle macchine offset che stampano in bianca e volta quadricromie, macchine ancora oggi molto costose, infatti è proprio questo: Stamparestampare il lato A (bianca) del foglio, quindi automaticamente e ''senza intervento'' del "[[macchinista]]" il foglio viene 'rigirato' dalla macchina stessa ed affidato ai rimanenti gruppi stampa per la stampa del lato B, ovvero la volta). La stampa di un foglio in una macchina offset ' bianca e volta ' è velocissima (alcuni secondi) ragion per cui, in genere, il suo uso diventa indispensabile li' dove sono richieste alte o altissime [[Tiratura|tirature]].ccc
 
[[Categoria:Tipografia]]
Utente anonimo