Differenze tra le versioni di "Viale della Giovine Italia"

| || 1 || [[Villino Coppini]] || L'edificio presenta le caratteristiche proprie della villa, seppure di dimensioni contenute, con i fronti mossi e articolati da portici e terrazze, tutti arretrati rispetto alla linea stradale in modo da lasciare spazio a un breve giardino che lo circonda su tutti i lati e che lo nasconde in buona parte oltre il basso muro di cinta che perimetra la proprietà. Sulla base dei disegni pubblicati sul periodico "Ricordi di Architettura" il villino è riconducibile all'attività dell'architetto [[Pietro Berti]], già attivo con varie realizzazioni su committenza alto borghese nelle nuove zone segnate dall'espansione edilizia della seconda metà dell'Ottocento, sia sui lungarni sia sui nuovi viali.
|-
| [[File:Caserma baldissera, retro 02.JPG|150px]] || s.n. || [[Caserma Antonio Baldissera]] || Si affaccia sulla piazza anche un alto della Caserma Baldissera. La necessità di una caserma di [[cavalleria]] prossima al centro della città fece optare nel [[1881]] per sacrificare la zona verde a favore dell'insediamento militare, cedendo gratuitamente all'Amministrazione Militare tutta la grande area tra il lungarno e piazza Cesare Beccaria (compreso quindi anche il lotto sul quale attualmente insiste d'[[Archivio di Stato (Firenze)|Archivio di Stato]]), e questo sulla base di varie considerazioni che tra l'altro tenevano di conto della parallela restituzione all'Istituto di Studi Superiori degli ambienti già destinati alle [[Rettorato dell'Università di Firenze|Scuderie di San Marco]]. Il cantiere portò alla realizzazione di un primo edificio che consentì già nel [[1897]] di ospitare l'[[8º Reggimento di Cavalleria Montebello]].
|}
 
236 214

contributi