Differenze tra le versioni di "Carattere (statistica)"

nessun oggetto della modifica
I valori dei caratteri possono essere raggruppati in [[classe (insiemistica)|classi]]; nel caso di caratteri quantitativi le classi sono sovente [[intervallo (matematica)|intervalli]] di valori (questo è quanto avviene solitamente approssimando le misurazioni.)
 
Ogni carattere quantitativo continuo può essere reso discreto tramite un'opportuna scelta degli intervalli. Ad esempio l'età espressa in anni ha classi della forma <math>[0,1[,\ [1,2[,\ [2,3[\, ...</math> a cui corrispondono i [[numeri naturali]] <math>0,1,2,...</math>. La scelta degli intervalli è arbitraria, ma deve ovviamente "coprire" tutti i casi possibili senza sovrapposizioni, cioè deve essere una [[partizione (teoria degli insiemi)|partizione]]; per questo motivo vengono spesso scelti intervalli della forma <math>[\xi_i,\xi_{i+1}[</math> o <math>]\xi_i,\xi_{i+1}]</math>, in modo che i valori estremi siano compresi in uno e un solo intervallo.
 
== Grafici ==
Utente anonimo