Differenze tra le versioni di "Nome in codice NATO"

m
Bot: overlinking giorni e mesi dell'anno e modifiche minori
(fix link)
m (Bot: overlinking giorni e mesi dell'anno e modifiche minori)
{{Avvisounicode}}
{{TOCright}}
Con l'accezione generica di '''nome in codice [[NATO]]''' (o semplicemente '''nome NATO / codice NATO''') si indicano i [[criptonimo|nomi in codice]] adottati dai paesi del patto atlantico durante la [[guerra fredda]] per designare l'equipaggiamento ed i mezzi militari delle nazioni aderenti [[patto di Varsavia]] e di altri stati quali [[Cina]] e [[Corea del Nord]]. È utilizzato correntemente per indicare modelli di [[aeromobile]], tipi di [[missile]] e classi di [[sommergibile]] in modo univoco e con parole facili da pronunciare in [[lingua inglese|inglese]].
 
L'insieme di questi nomi in codice è dato da diverse classificazioni, non definite dalla NATO o da organizzazioni ad essa correlate, ma dallo '''Air Standardization Coordinating Committee''', e dal [[Departement of Defence|Dipartimento della Difesa]] degli [[Stati Uniti d'America]].
L'assegnazione di nomi in codice si ricollega all'uso [[USA|statunitense]], durante la [[seconda guerra mondiale]], di assegnare soprannomi ai velivoli [[Giappone|giapponesi]]. Anche in questo caso la denominazione ufficiale era spesso sconosciuta, o se nota, poteva rappresentare difficoltà di pronuncia. Tipicamente come soprannomi ai velivoli, venivano utilizzati nomi di persona, come ad esempio ''Betty'' per il [[Mitsubishi G4M]].
 
Al termine della seconda guerra mondiale, con l'emergere dell'[[Unione Sovietica|URSS]] come nuova forza nemica, l'[[United States Air Force|USAF]] iniziò ben presto a catalogare i nuovi velivoli sovietici. Si trattava della semplice assegnazione di un numero progressivo, man mano che venivano individuati nuovi velivoli. La catalogazione iniziò con la [[parata aerea di Tushino]] in occasione della "Giornata delle Forze Aeree Sovietiche" del [[18 agosto]] [[1946]], nonostante questa soluzione avesse poco o nulla di sistematico. Infatti un numero non consentiva di distinguere tra le diverse versioni di uno stesso velivolo, anzi lo stesso velivolo poteva essere identificato altre volte e quindi trovarsi assegnato più numeri. Il sistema venne quindi abbandonato e sostituito con una nuova convenzione gestita dal [[Air Standardization Coordinating Committee]], che utilizzava parole anziché numeri e consentiva una classificazione di massima del tipo di velivolo. A questa convenzione, prettamente aeronautica, si affiancarono via via altre designazioni in codice per i mezzi militari di oltrecortina, tutte quante indicate genericamente come "nome in codice NATO".
 
=== Espansioni del Dipartimento Difesa USA (USDD) ===
== Elenco dei nomi in codice ==
==== Catalogo del'aeronautica USA (USAF Catalog) ====
Dal [[18 agosto]] [[1946]], [[parata aerea di Tushino]] in occasione della "Giornata delle Forze Aeree Sovietiche", l'aeronautica statunitense iniziò a catalogare gli aeroplani sovietici con il nome "tipo" seguito da un numero progressivo. Questo sistema di designazione era assai scomodo e venne abbandonato nel 1955.
{{cassetto
|larghezza=
|9K37 ''Buk''
|-
|[[SA-14 Gremlin|SA-N-8]]
|Gremlin
|[[gremlin]]
|saldatrice
|[[Ilyushin Il-54]]
|-
|Bob
|Bob
|[[Ilyuschin Il-4]]
|-
|Boot
|stivale o portabagagli
|Fantan
|Fan-Tan (un gioco cinese)
|[[Nanchang Q-5]]
|-
|Fargo
|-
|Hog
|porco, ma anche accaparrarsi
|[[Kamov Ka-18]]
|-
|Mug
|boccale
|[[Beriev Be-4|Beriev MDR-6 o Be-4]]
|-
|Mule
La [[NATO]] impiegava l'[[Alfabeto fonetico NATO|alfabeto fonetico]] per designare ed identificare il naviglio da immersione del blocco comunista, senza un ordine particolare (per esempio la classe chiamata "[[Classe Alfa (sottomarino)|Alfa]]" è stata scoperta nel [[1969]], ben dopo la classe "[[classe Whiskey (sottomarino)|Whiskey]]", del [[1951]]). Dato che i sottomarini erano considerati mezzi di importanza strategica capitale per la marina sovietica (anche per questo motivo la loro progettazione e costruzione era assai abbondante), tutte le 26 lettere dell'alfabeto si esaurirono nel [[1985]].
 
In quell'anno vennero adottati nuovi nomi e le due successive classi vennero designate [[Classe Akula (sottomarino)|'''A'''kula]] (акула, pescecane in russo) e [[Classe Beluga (sottomarino)|'''B'''eluga]] (белуга, storione). È importante notare che questi nomi non sono versioni latinizzate del nome originale sovietico.
 
Le uniche due eccezioni allo schema alfabetico dei nomi in codice furono i nomi assegnati alla classe [[Classe Whale (sottomarino)|Whale]] ("Balena") e [[Classe Typhoon (sottomarino)|Typhoon]] ("Tifone"). Sembra che il nome Typhoon venne assegnato a causa di un discorso di [[Leonid Brežnev|Brezhnyev]] (Брежнев) del [[1974]] nel quale menzionò un nuovo SSBN ([[sottomarino]] nucleare) chiamato Тайфун (appunto tifone). In realtà il vero nome della classe Typhoon è classe Akula.
2 901 641

contributi