Apri il menu principale

Modifiche

m
Bot: overlinking giorni e mesi dell'anno e modifiche minori
[[ImmagineFile:Palazzo pubblico rsm.jpg|right|thumb|200px|Il Palazzo Pubblico di San Marino]]
Il '''[[Palazzo]] Pubblico di San Marino''', noto anche come '''''palazzo del Governo''''', è il luogo nel quale si svolgono le cerimonie ufficiali della [[Repubblica di San Marino]] ed è sede dei principali organi istituzionali e amministrativi, quali i [[Capitani Reggenti]], il [[Consiglio Grande e Generale]], il [[Consiglio dei XII]] ed il [[Congresso di Stato]].
 
L'edificio si erge dove un tempo sorgeva la ''[[Domus Magna Comunis]]'', ossia il vecchio palazzo, datato intorno alla fine del XIV secolo ([[1380]]-[[1392]]). Il vecchio palazzo, nonostante numerosi restauri, fu abbattuto verso la fine dell'Ottocento.
 
Il nuovo Palazzo Pubblico, noto anche come ''Palazzo Governativo'' fu costruito tra gli anni [[1884]] e [[1894]] su progetto dell'architetto [[Roma|romano]] [[Francesco Azzurri]], che lo disegnò nello stile severo e semplice dei palazzi comunali Duecento e del Trecento. La prima pietra fu posata il [[17 maggio]] [[1884]] mentre la solenne inaugurazione avvenne il [[30 settembre]] [[1894]]. Oratore della cerimonia fu [[Giosuè Carducci]], che nell'occasione pronunciò il discorso ''sulla libertà perpetua''.
 
Per i lavori in pietra fu impiegata manodopera locale, sotto la direzione del capomastro [[Giuseppe Reffi]] mentre per le decorazioni, gli arredi e i manufatti furono scelti artigiani forestieri.
 
Il [[30 settembre]] [[1996]] è stato ultimato l'intervento di restauro e ristrutturazione, diretto dall'architetto [[Gae Aulenti]].
 
== Il palazzo ==
 
[[ImmagineFile:San_Marino_wieza_ratusza.jpg|left|thumb|150 px|La Torre dell'Orologio]]
[[ImmagineFile:Palazzo_pubblico.JPG|right|thumb|200 px|Il Palazzo pubblico in notturna]]
=== La facciata ===
 
I [[Merlo (architettura)|merli]] della torre così come quelli del corpo principale sono di tipo [[Guelfi e Ghibellini|guelfo]].
 
Al centro della facciata è presente il balcone dal quale, il [[1º aprile|1º Aprile]] e il [[1º ottobre|1º Ottobre]] di ogni anno, vengono annunciati i nomi dei [[Capitani Reggenti]] eletti per il semestre.
 
Sotto al portico si aprono tre grandi portoni di ingresso ed è presente un busto marmoreo, realizzato sempre da [[Giulio Tadolini]], raffigurante l'architetto [[Francesco Azzurri]].
Il soffitto è costituito da un impalcato in legno policromo con un fregio decorativo mentre le pareti sono in pietra.
 
Sulla parte di sinistra è appeso uno [[Stemma di San Marino|Stemma della Repubblica]] mentre a destra è presente un busto in bronzo, opera di [[Tullo Golfarelli]], raffigurante [[Giosuè Carducci]] che il [[30 settembre]] [[1894]] pronunciò l’orazione inaugurale del Palazzo.
 
In alto sulle pareti, un fascione a tempera riporta gli stemmi dei personaggi e degli [[Stati]] che hanno dimostrato amicizia nei confronti della [[Repubblica (forma statuale)|Repubblica]] nell'arco dei secoli.
=== Il piano intermedio ===
 
Nel piano intermedio c'è una piccola tempera murale che ricorda il periodo di [[Occupazione alberoniana]] e la successiva Liberazione. Il Cardinale [[Giulio Alberoni]] è raffigurato in un grande albero che [[Sant'Agata]], raffigurata come una stella, colpisce con un raggio di luce troncandone il ramo. L'[[Occupazione alberoniana]] cessò il [[5 febbraio]] [[1740]], giorno di [[Sant'Agata]], che da quel momento divenne patrona della [[Repubblica (forma statuale)|Repubblica]].
 
Un busto marmoreo ricorda [[Papa Clemente XII]] che si impegnò per la libertà dei sammarinesi.
=== La sala del Consiglio dei XII ===
{{vedi anche| Consiglio dei XII}}
[[ImmagineFile:Statua della libertà.jpg|thumb|La [[Statua della Libertà (San Marino)|Statua della Libertà]], donata da [[Otilia Heyroth Wagener]] nel [[1876]]; si trova nel Pianello, o Piazza della Libertà, antistante il Palazzo del Governo]]
La sala è un piccolo ambiente dove si riunisce il [[Consiglio dei XII]].
 
2 736 138

contributi