Apri il menu principale

Modifiche

m
Bot: overlinking giorni e mesi dell'anno e modifiche minori
[[ImmagineFile:Same sex marriage map Europe detailed.svg|thumb|300px|Mappa che mostra la situazione delle unione omosessuali in Europa.
{{legend|#000080|Matrimonio omosessuale}}
{{legend|#0066FF|Unioni civili}}
{{legend|#cccccc|Nessun riconoscimento o dati non disponibili}}
{{legend|#D40000|Matrimonio omosessuale proibito}}]]
La [[Svizzera]] permette l'[[unione civile]] tra persone dello stesso sesso, con la Legge federale del [[18 giugno]] [[2004]] sull'unione domestica registrata di coppie omosessuali. Nel [[Accordi bilaterali tra Svizzera e Unione europea#Accordi bilaterali II|referendum nazionale del 5 giugno 2005]] indetto contro la suddetta legge, il 58% degli svizzeri si è pronunciato a favore delle unioni civili, garantendo alle [[Coppia (sociologia)|coppie dello stesso sesso]] gli stessi diritti e la stesse protezioni riconosciute alle coppie [[eterosessuali]], eccetto:
*L'[[Adozione da parte di coppie dello stesso sesso|adozione]] di bambini;
*[[FIVET|fecondazione in vitro]];
 
Tuttavia, in termini dello stato di [[parenti prossimi]], [[imposte]], [[previdenza sociale]], [[assicurazione]], e il possesso comune di un alloggio, alle coppie dello stesso sesso vengono concessi gli stessi diritti delle [[matrimonio|coppie sposate]]. Il titolo ufficiale dell'unione di persone dello stesso sesso è "Eingetragene Partnerschaft" in tedesco, "Partenariat enregistré" in francese, e "Associazione registrata" in italiano.<ref>[http://www.swissinfo.ch/eng/index/Gay_couples_win_partnership_rights.html?cid=4544668 Le coppie gay vincono i diritti per l'unione civile]</ref> La legge è stata approvata dal [[Consiglio nazionale (Svizzera)|Consiglio nazionale]], 111 a 72, il [[3 dicembre]] [[2003]] e dal [[Consiglio degli Stati]] il [[3 giugno]] [[2004]], con delle minori modifiche.<ref>[http://www.swissinfo.ch/eng/index/Parliament_gives_green_light_to_gay_marriages.html?cid=3656460 Il Parlamento dà luce al "matrimonio gay"]</ref><ref>[http://www.swissinfo.ch/eng/index/Parliament_gives_its_blessing_to_gay_couples.html?cid=3932014 Il Parlamento dà la sua benedizione alle coppie gay]</ref> Il Consiglio Nazionale l'ha approvato nuovamene il 10 giugno, ma i [[Conservatorismo sociale|conservatori]] dell'[[Unione Democratica Federale (Svizzera)|Unione Democratica Federale]] raccolsero le firme per indire un referendum.<ref>[http://www.swissinfo.ch/eng/index/Fight_goes_on_for_gay_couples.html?cid=3943720 La lotta continua per le coppie gay]</ref><ref>[http://www.swissinfo.ch/eng/index/Government_presses_for_gay-couple_rights.html?cid=4471070 Il Governo pressa per i diritti delle coppie gay]</ref> La legge prese effetto il 1º gennaio, 2007.<ref>[http://www.swissinfo.ch/eng/First_same-sex_union_registered_in_Switzerland.html?cid=5651748 La prima unione registrata dello stesso sesso in Svizzera]</ref>
 
Il [[matrimonio fra persone dello stesso sesso]] avvenuto fuori dalla Svizzera viene riconosciuto nel paese come unione civile. La Svizzera è stata la prima nazione ad approvare la legge sull'unione di persone dello stesso sesso tramite un referendum.
La [[Svizzera]] conosce due tipi di unione: quella tradizionale tra uomo e donna, regolata dagli articoli 159 e seguenti del [[codice civile svizzero]], e quella regolata dalla Legge federale sull'unione domestica di coppie omosessuali del 18 giugno 2004 (LUD), che detta una disciplina speciale per le unioni registrate tra persone dello stesso sesso, definite ''persone in unione domestica registrata''.
La LUD ha introdotto una serie di modifiche al [[codice civile svizzero]], in virtù delle quali il partner registrato viene considerato quasi completamente alla stregua di un [[coniuge]].
Il partner, così come il coniuge, è obbligato al mantenimento dell'altro (articolo 328 comma 2 CCS); il partner ha gli stessi identici [[diritto|diritti]] del [[coniuge]] alla [[successione (diritto)|successione]] dell'altro, sia in caso di successione per legge (articolo 462 CCS), sia in caso di successione testamentaria quale [[legittimario]] (articoli 470 e 471 CCS), sia per il diritto di attribuzione in conto quota ereditaria, in [[proprietà (diritto)|proprietà]], [[usufrutto]] o abitazione a seconda dei casi, della casa o appartamento in cui vivevano i partner e delle relative suppellettili domestiche che rientrino nell'[[eredità]] (il tutto regolato, anche per le eccezioni, dall'articolo 612a CCS).
Inoltre, ai sensi dell'articolo 11 comma 3 della Legge sul diritto fondiario rurale, “Se l'azienda agricola è attribuita a un [[erede]] che non sia il coniuge superstite, questi può chiedere, ove le circostanze lo consentano, l'attribuzione di un usufrutto su un'abitazione o un diritto d'abitazione, imputandoli sui suoi diritti. I coniugi possono modificare o escludere tale diritto mediante contratto concluso per atto pubblico”. Tale disposizione si applica anche al partner registrato in base all'articolo 10a legge stessa, che stabilisce che le disposizioni sul diritto fondiario rurale “concernenti i [[coniugi]] e l'abitazione familiare si applicano per analogia ai partner registrati.”
La LUD prevede un regime patrimoniale sostanzialmente corrispondente a una [[separazione dei beni]] (articolo 18: “1. Ciascun partner dispone dei suoi beni. 2. Ciascun partner risponde dei suoi debiti con i suoi beni”); salvo l'adozione del criterio di ripartizione proprio del regime di [[partecipazione agli acquisti]] ([[regime patrimoniale coniugale]] legale secondo il diritto svizzero, riguardante però solo i coniugi propriamente detti) da convenire facoltativamente, per il caso in cui l'unione sia sciolta, nelle forme e con i limiti dell'articolo 25.
2 737 440

contributi