Apri il menu principale

Modifiche

m
Bot: overlinking giorni e mesi dell'anno e modifiche minori
 
Nel 1910 fu nominato Metropolita di Smirne, dove seguirà in prima linea le drammatiche vicende della città nel [[settembre]] del [[1922]], seguendo fino alla fine il destino dei suoi fedeli.
Crisostomo, nonostante gli avvisi di pericolo imminente dall'arrivo delle truppe turche in città e gli inviti alla fuga fatti da diverse autorità greche ed europee, decise di rimanere con il popolo greco che disorientato cerca una via di fuga da una [[Incendio di Smirne|città data alle fiamme]] <ref name="win.italiatibet.org"/>.
Nel [[27 agosto]], consegnato alla folla turca dal comandante militare turco [[Nureddin Pascià]], viene assassinato. Le sue orecchie, il suo naso e le sue mani sono allora tagliate mentre viene sgozzato con un coltello.<ref name=dopkin>Marjorie Dobkin, ''Smyrna: The Destruction of a City'', ''passim''.</ref>
 
Crisostomo di Smirne, dichiarato santo dalla Chiesa di Grecia, è ricordato, assieme ai prelati Gregorio Kidonion, Ambrosio Moshonision, Prokopio Ikoniou, Efthymio di Zilon e tutti i sacerdoti e i laici che sono morti durante la [[Catastrofe dell'Asia Minore]], la domenica precedente
2 748 396

contributi