Differenze tra le versioni di "Capo di Buona Speranza"

(fix link)
== Storia del Capo di Buona Speranza ==
{{Vedi anche|Storia del Capo di Buona Speranza}}
Il Capo di Buona Speranza fu raggiunto per la prima volta dal navigatore portoghese [[Bartolomeu Dias]] nel [[1487]], che lo chiamò "Capo tempestoso"; ma fu [[Vasco da Gama]], nel [[1497]], a portare a termine per la prima volta il tragitto verso le Indie. Della sua missione parla il [[poema epico]] di [[Luis de Camoes]] del [[1572]], in cui il viaggio dell'esploratore portoghese viene reinterpretato con riferimenti alla [[mitologia greca]] e [[mitologia romana|romana]].<ref name="WDL">{{cite web |url = http://www.wdl.org/en/item/11198/ |title = The Lusiads |website = [[World Digital Library]] |date = 1800-1882 |accessdate = 2013-09-01 }}</ref> Nel poema, il Capo diventa [[Adamastor]], un [[gigante (mitologia)|gigante]] trasformato in roccia come punizione per il suo amore per [[Teti (Nereo)|Teti]], la più bella delle [[Nereidi]], di cui si era innamorato anche [[Peleo]].
 
Il Capo di Buona Speranza fu sempre un luogo dal forte significato "simbolico", un vero ''finis terrae'', reso ancora più suggestivo dalla violenza delle sue acque. Presso il Capo, secondo la [[leggenda]] del [[XVII secolo]], navigava eternamente [[l'olandese volante]], avendo giurato che avrebbe doppiato il Capo anche a costo di navigare in eterno, ed essendo poi affondato prima di superare il promontorio.
257

contributi