Differenze tra le versioni di "Pentesilea"

m
Bot: manutenzione template portale e modifiche minori
m (Bot: manutenzione template portale e modifiche minori)
{{Avvisounicode}}
[[ImmagineFile:Feuerbach Amazonenschlacht detail1.jpg|thumb|right|230px|Pentesilea raffigurata morente, particolare dalla ''Battaglia delle Amazzoni'', opera di Anselm Feuerbach, 1873, [[Norimberga]], Opernhaus, Foyer.]]
[[ImmagineFile:Penthesilea Dubray cour Carree Louvre.jpg|thumb|right|180px|Statua raffigurante Pentesilea, opera di Gabriel-Vital Dubray, facciata occidentale del [[Louvre|Palazzo del Louvre]] a [[Parigi]].]]
 
'''Pentesilea''' ([[lingua greca|greco]]: {{Polytonic|Πενθεσίλεια}}; [[lingua latina|latino]]: ''Penthesilea''), con le possibili varianti di '''Pantasilea''' e '''Pentasilea''', è una figura della [[mitologia greca]], figlia di [[Ares]] e di [[Otrera]],<ref>[[Pseudo-Apollodoro]], ''Epitome'', 5, 1.</ref> e sorella di [[Ippolita]], [[Antiope (regina delle Amazzoni)|Antiope]] e [[Melanippe (amazzone)|Melanippa]]. Fu regina delle [[Amazzoni]], il popolo di donne guerriere abitanti della [[Scizia]] e dell'odierno [[Ponto (geografia)|Ponto]], antica regione dell'[[Asia Minore]].
 
Prode eroina e fanciulla bellissima, fu richiamata da [[Priamo]] nel decimo anno del conflitto troiano, a seguito della morte di [[Ettore (mitologia)|Ettore]], per respingere le file achee. Pentesilea portò scompiglio tra le orde nemiche, risollevando momentaneamente le sorti dei Troiani, ma fu colpita a morte da [[Achille]].
 
Secondo alcuni autori, quando Pentesilea si scontrò con [[Achille]] ebbe la meglio e lo uccise con la sua lancia ma [[Teti (Nereo)|Teti]], la madre dell'eroe, supplicò [[Zeus]] di fare un prodigio sul [[cadavere]] del figlio e così il padre degli dei gli ridiede la vita.
 
=== Nemici uccisi da Pentesilea ===
[[ImmagineFile:Akhilleus Penthesileia Staatliche Antikensammlungen 2688 n2.jpg|thumb|250px|Morte di Pentesilea per mano di Achille, [[Monaco di Baviera]], Antikensammlung]]
Una volta giunta a Troia, Pentesilea uccise numerosi guerrieri achei, dei quali solo due erano capitani. Quinto Smirneo non precisa se l'Amazzone riuscì a uccidere Podarce, ma riferisce solamente che riuscì a ferirlo con un colpo di lancia alla coscia.
 
 
=== Le [[Amazzoni]] di Pentesilea ===
#[[Clonia]], uccisa da [[Podarce]]. <ref>Quinto Smirneo, ''Posthomerica'', libro I, versi 310-316.</ref>
#[[Derinoe]], uccisa da [[Aiace Oileo|Aiace d'Oileo]].
#Evandra, uccisa da [[Merione]].
=== Traduzione delle fonti ===
*{{cita libro | cognome= Cavalli | nome= Marina | coautori=| titolo= Apollodoro, Biblioteca. Testo originale a fronte | editore= Oscar Mondadori | città= Milano | anno=2008 | id= ISBN 978-88-04-55637-4}} Traduzione di Marina Cavalli.
* {{cita libro | cognome= Igino | nome= | coautori=| titolo= Miti | editore= Adelphi Edizioni | città= Milano | anno=2000 | id= ISBN 88-459-1575-1}} Traduzione di Giulio Guidorizzi
*{{cita libro | cognome= Calzecchi Onesti | nome= Rosa | coautori=| titolo= Eneide, Testo a fronte | editore= Einaudi | città= Torino | anno=1989 | id= ISBN 88-06-11613-4}}
*{{cita libro | cognome= Castellino | nome= Onorato | coautori=Vincenzo Peloso| titolo= Eneide, sesta edizione | editore= Società Editrice Internazionale | città= Torino | anno=1972 | id=}}, Traduzione di [[Annibal Caro]]
|immagine=}}
 
{{Portale|letteratura|mitologia greca|letteratura}}
 
[[Categoria:Amazzoni]]
3 237 714

contributi