Differenze tra le versioni di "Marguerite Yourcenar"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  7 anni fa
m
 
== Vita ==
Nacque da una famiglia franco-belga. Il padre di famiglia borghese, Michel Cleenewerck de Crayencour, era il figlio di una ricca proprietaria terriera Noemi Dufresne che rappresentava la parte francese della famiglia; la madre belga di stirpe nobile, Ferdinande de Cartier de Marchienne, morì dieci giorni dopo la nascita di Marguerite, a causa di [[setticemia]] e [[peritonite]] insorte in seguito al parto. La Yourcenar fu educata privatamente solo dal padre e venivaviveva da giovane nella villa della nonna Dufresne a [[Mont Noir]] nel comune di [[Saint-Jans-Cappel]], nel nord della [[Francia]]. La bambina si dimostrò subito una lettrice precoce, interessandosi a soli 8 anni alle opere di [[Jean Racine]] e [[Aristofane]]; imparò a dieci il [[Lingua latina|latino]] e a dodici il [[Lingua greca|greco]]. All'età di diciassette anni, da poco trasferitasi a [[Nizza]], Marguerite de Crayencour pubblica sotto lo pseudonimo di "Marg Yourcenar" la prima opera in versi: ''Le jardin des chimères'' (Il giardino delle chimere); scelse questo pseudonimo con l'aiuto del padre, [[anagramma]]ndo il suo cognome (Crayencour, appunto). Nel 1924, in occasione di uno dei tanti viaggi in Italia, visita per la prima volta [[Villa Adriana]] e inizia la stesura dei primi ''Carnets de notes de Mémoires d'Hadrien'' (Taccuini di note di [[Memorie di Adriano]]).
 
Successivamente dà alle stampe ''La denier du rêve'' (La moneta del sogno), un romanzo ambientato nell'[[Italia]] dell'epoca. Nel [[1937]] Marguerite fa un incontro fondamentale per la sua carriera e per la sua vita in generale con Grace Frick, intellettuale americana, che divenne la sua compagna per il resto della sua vita. Nel [[1939]], allo scoppio della [[Seconda guerra mondiale]] si trasferì negli [[Stati Uniti d'America]] e ne prese la cittadinanza nel [[1947]], pur continuando sempre a scrivere in francese. Negli Stati Uniti insegnò [[letteratura francese]] e [[storia dell'arte]] dal [[1942]] al [[1950]] e dal [[1952]] al [[1953]].
1 053

contributi