Differenze tra le versioni di "Equivalente"

3 321 byte aggiunti ,  8 anni fa
m
Annullate le modifiche di 46.182.92.113 (discussione), riportata alla versione precedente di Shivanarayana
(ryurtiye6tr)
Etichette: Modifica visuale Sequenze di caratteri ripetuti da parte di un nuovo utente o IP
m (Annullate le modifiche di 46.182.92.113 (discussione), riportata alla versione precedente di Shivanarayana)
L''''equivalente''' (o '''grammo-equivalente'''), in [[chimica]], è un'unità di quantità di [[materia (fisica)|materia]] la cui definizione dipende dal tipo di sostanza considerata e dalla reazione in cui questa è coinvolta. Va precisato che secondo la terminologia internazionale [[IUPAC]] '''il termine equivalente e le sue unità di misura sono obsoleti''' e pertanto in ogni caso l'ammontare di sostanza deve essere espresso in termini di [[mole]].
 
*Un equivalente di [[acido]] è la [[quantità di sostanza]] che cede una [[mole]] di [[ione|ioni]] H<sup>+</sup> dissociandosi;
*Un equivalente di [[base (chimica)|base]] è la quantità di sostanza che cede una mole di ioni OH<sup>-</sup> dissociandosi;
*Un equivalente di [[ossidante]] è la quantità di sostanza che acquista una mole di elettroni in una reazione [[redox]];
*Un equivalente di [[riducente]] è la quantità di sostanza che cede una mole di elettroni in una reazione [[redox]];
*Un equivalente di [[sale]] è la quantità di sostanza che per dissociazione produce una mole di carica elettrica [[ione|ionica]] pari a quella di un [[numero di Avogadro]] di elettroni.
 
In generale si può affermare che un equivalente di una specie chimica reagisce sempre con un equivalente di un'altra, dando un equivalente di prodotto ('''legge dell'equivalenza chimica''').
 
Mentre la mole è una quantità definita e costante di materia (corrispondente ad un numero di Avogadro di particelle), l'equivalente è una quantità variabile, definita di volta in volta in funzione della tipologia di [[reazione chimica]] coinvolta. Il numero di equivalenti è comunque sempre un multiplo intero (1, 2, 3, ecc.) delle moli: il coefficiente di proporzionalità è detto ''valenza operativa (VO)''.
 
L'equivalente chimico è in diretta proporzionalità con le moli considerate per il composto.
Dalla definizione di equivalente è utile quindi ricavare la seguente relazione:
 
<math>n_{eq}= n \cdot VO</math>
 
Di seguito alcune applicazioni pratiche:
 
* 1 mole di HCl presenta 1 equivalente di HCl
Significa che a un equivalente di HCl corrisponde 1 mole di HCl
 
* 2 moli di Ca(OH)<sub>2</sub> presenteranno 4 equivalenti di Ca(OH)<sub>2</sub>
Significa che a un solo equivalente di Ca(OH)<sub>2</sub> corrispondono 0,5 Moli di Ca(OH)<sub>2</sub>
 
* 1 mole di H<sub>2</sub>SO<sub>4</sub> presenta 2 equivalenti di H<sub>2</sub>SO<sub>4</sub>
Significa che a un solo equivalente di H<sub>2</sub>SO<sub>4</sub> corrispondono 0,5 Moli di H<sub>2</sub>SO<sub>4</sub>
 
== Massa equivalente ==
La [[massa equivalente]] in relazione alla quantità di un [[composto chimico|composto]], si trova dividendo la [[Massa (fisica)|massa]] totale del composto stesso, espressa in [[grammo|grammi]], per il numero di equivalenti.
*<math>M_{eq} = \frac{m}{n_{eq}}</math>
Di conseguenza l'equivalente (''n<sub>eq</sub>'') corrispondente a una data massa di composto si calcola quindi dividendo la massa data per la massa equivalente del composto:
*<math>n_{eq} = \frac{m}{M_{eq}}</math><br>
 
Il peso equivalente può essere calcolato anche senza conoscere il numero di equivalenti: in questo caso il peso equivalente è ricavabile dividendo la [[massa molecolare]] per le moli di H<sup>+</sup>, OH<sup>-</sup>, di elettroni o di cariche ioniche, relative ad una mole di sostanza, che entrano in gioco nella reazione specifica, indicato solitamente con la sigla ''v'' o ''VO'' (''valenza operativa''):
*<math> M_{eq} = \frac {M}{VO} </math>
 
== Cenni sulla normalità ==
Nei calcoli stechiometrici risulta spesso molto utile esprimere la [[concentrazione]] in termini di [[normalità (chimica)|normalità]] N definita come numero di equivalenti per litro di soluzione (eq/L). In tal modo risulta di immediata applicazione il principio dell'equivalenza chimica.
 
==Bibliografia==
L. Silvestro, C. Amore, M. Di Dio, ''Capire la stechiometria'', Cedam, 1990, ISBN 88-13-16781-4
 
{{Portale|chimica|metrologia}}
 
[[Categoria:Stechiometria]]
[[Categoria:Unità di quantità di sostanza]]
 
[[de:Val (Einheit)]]
tytfrrtyryuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuutru5òjiòlpguiiiiiii,,obhèjghjlfghcjhlfhlfhdhjklfxifxthlzdfjhzdfjhiddddddddddzb hjbfi vuygiuhjgjkòftykftujfjklgcjklcfjhkfg otyutfutyudyudtrdsgnjyuokfyuuuoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooiuu jhjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjj[[de:Val (Einheit)]]
[[en:Equivalent (chemistry)]]
[[es:Equivalente]]
89 380

contributi