Differenze tra le versioni di "Arena do Grêmio"

m
m (→‎Inizio dei lavori: markup img)
L'idea è nata nella metà del [[2000]], da parte della dirigenza del Grêmio, per costruire un nuovo stadio per ospitare partite del Tricolore. L'idea è si è concretizzata nel [[2006]] con l'inizio degli studi sul progetto. L'obiettivo era quello di creare uno stadio autosufficiente, a differenza dell'Estádio Olímpico, che stava già cadendo a pezzi.
 
Da lì iniziò una discussione sul luogo di costruzione dello stadio: costruirlo nella stessa area dell'Estádio Olimpico, sostituendo lo stesso, o in un'altra area differente. Nel [[novembre]] 2006, volto a dissipare questo dubbio, fu fatto uno studio di pre-fattibilità per la costruzione di un nuovo stadio, con la società [[olandese]] Amsterdam Arena Advisory.
 
La conclusione fu quella che l'Estádio Olimpico non soddisfava le aspettative del club, a causa degli elevati costi di manutenzione, la vecchiaia dell'impianto, il basso livello di comfort, sicurezza e servizi, il parcheggio insufficiente e la posizione in una zona molto popolata. Questa combinazione di fattori ha portato il club ad optare per la costruzione di un nuovo stadio, con il contributo finanziario degli sponsor, e con gli [[standard]] richiesti dalla [[FIFA]].
===Inizio dei lavori===
[[File:Inauguração gremio arena.jpg|250px|miniatura|sinistra|L'Arena il giorno dell'inaugurazione]]
Nell'[[ottobre]] del [[2009]], le recinzioni furono installate a circondare l'area di costruzione.<ref>{{Cita web|url = http://globoesporte.globo.com/Esportes/Noticias/Times/Gremio/0,,MUL1334352-9868,00.html|titolo = Terreno da Arena do Grêmio é demarcado|lingua = es}}</ref> Il 13 maggio [[2010]], un pennone con la bandiera del Grêmio fu piantato a terra.
 
L'inizio ufficiale dei lavori ebbe luogo il 20 settembre 2010, dopo l'uscita del corteo dall<nowiki>''</nowiki>Estádio Olímpico. Lo stesso giorno, in occasione della cerimonia di inizio dei lavoti, [[Hugo de León]] piantò una toppa di erba del vecchio stadio a terra nell'Arena, dopo l'atterraggio in elicottero. Più tardi, l'ex calciatore rappresentò simbolicamente i lavori spingendo il pulsante su una macchina per accenderla.
 
Alla fine del [[febbraio]] del [[2011]], circa trecento operai fermarono la loro attività, protestando per migliori salari, condizioni di lavoro, abitazioni, un permesso per visitare le loro famiglie (molti venivano da nord-est del [[Brasile]]), ed un periodo di riposo più lungo.<ref>{{Cita web|url = http://zerohora.clicrbs.com.br/rs/esportes/gremio/noticia/2011/02/foto-operarios-paralisam-obras-da-arena-do-gremio-3219784.html|titolo = FOTO: Operários paralisam obras da Arena do Grêmio|lingua = es}}</ref> Le richieste furono soddisfatte in modo rapido, e tutti gli operai tornarono a lavorare a pieno regime.
 
C'era molta fretta di terminare lo stadio, per dimostrare alla FIFA di avere uno stadio pronto, mentre il [[Stadio Beira-Rio|Beira-Rio]] era ancora in costruzione per una migliorare l'infrastruttura. Tuttavia, questa fretta causò non pochi problemi e vessazioni, all'inaugurazione infatti si notò che il prato dell'Arena non era stato ben zollato, ciò fu motivo di reclamo da parte degli avversari.
493 464

contributi