Leonardo Della Torre: differenze tra le versioni

(nuova voce)
 
== Biografia ==
=== Primi anni ===
Nativo del capoluogo ligure, ebbe il suo primo incarico istituzionale nel Magistrato di Terraferma, organo di stato preposto al controllo dei giudizi e dei tribunali della [[Repubblica di Genova]] nelle controversie e cause contro lo stato genovese. Per le sue qualità di diplomatico, assieme ad altri esponenti nobiliari genovesi, fu incaricato dell'accoglienza a Genova del cardinale [[Francesco Sforza (cardinale)|Francesco Sforza]] - quest'ultimo in viaggio dalle [[Fiandre]] - o ancora del sovrano "cattolico" del [[Giappone]] (un evento a dir poco straordinario e inedito per Genova) di passaggio nella capitale ligure verso [[Roma]].
 
Nel corso del [[1618]] venne eletto nell'organo statale dei Sindacatori supremi - ufficio che aveva il compito di controllare, vigilare e valutare l'operato dogale e dei suoi collaboratori - e per due bienni consecutivi alla carica di senatore della Repubblica; nello stesso periodo rifiutò l'ennesima ambasceria presso la corte papale di [[Urbano VIII]].
 
=== Il dogato ===
113 799

contributi