Mercato del lavoro: differenze tra le versioni

m
→‎La prospettiva sociologica: quote->citazione using AWB
Nessun oggetto della modifica
m (→‎La prospettiva sociologica: quote->citazione using AWB)
Le discipline ''sociologiche'' analizzano il mercato del lavoro come un mercato ''sui generis'', distinto dagli altri scambi di beni e servizi. Si tratta di un punto di vista che trova concordi anche economisti non ortodossi, come esplicita l'economista [[Robert M. Solow]]:
 
{{quoteCitazione|Esiste nelle scienze economiche un'importante tradizione, attualmente dominante, soprattutto in macroeconomia, secondo la quale il mercato del lavoro è, da tutti i punti di vista, eguale a qualunque altro mercato. […] Ma, tra economisti non è per nulla ovvio che il lavoro sia un bene sufficientemente differente dai carciofi e dagli appartamenti da affittare, tale da richiedere un differente metodo di analisi|''Il mercato del lavoro come istituzione sociale'' - [[Robert M. Solow]]}}
 
È possibile rintracciare tre diverse accezioni capaci di riassumere le peculiarità di questo mercato:
550 442

contributi