Apri il menu principale

Modifiche

m
→‎L'avanspettacolo e il cinema: quote->citazione using AWB
==L'avanspettacolo e il cinema==
L'avanspettacolo è stato una sorta di ''serbatoio'' per il [[cinema italiano]]; in particolare offrendo al pubblico:
{{quoteCitazione|... una partecipazione che il cinema non potrà mai dargli. Il cinema è lontano, offre un onirico e sublimante sfogo all'immaginario più ardito, mentre l'avanspettacolo riporta con i piedi per terra: le luci del palcoscenico non nascondono le facce della sala, e tra il pubblico e la sala c'è lo strizzar d'occhi di chi capisce e s'inende, e tutto riporta alla materialità pesante, dove il ''fuori'' è vicino, e a esso, alle sue difficoltà, dopo mezz'ora o tre quarti d'ora di rumore e musica e risa dovranno tutti tornare, gli spettatori come gli attori.|''[[Alberto Sordi - L'Italia in bianco e nero]]'', Goffredo Fofi, [[Mondadori]], collana Le Scie, 2004}}
 
Tra questi attori vi sarebbero stati fra gli altri [[Eduardo De Filippo]], [[Totò]], [[Anna Magnani]], [[Aldo Fabrizi]], [[Erminio Macario]], [[Lino Banfi]].
521 998

contributi