Differenze tra le versioni di "Steve Piccolo"

m
fix parametri in cita web e cita libro using AWB
(formattazione)
m (fix parametri in cita web e cita libro using AWB)
Dopo aver studiato al Bard College e alla [[New York University]], Piccolo inizia la sua carriera come bassista jazz nei primi anni '70, fondando i [[The Lounge Lizards|Lounge Lizards]] insieme a [[John Lurie]], Evan Lurie, [[Arto Lindsay]] e Tony Fier, gruppo [[jazz]] nato dalla allora scena [[no wave]] di New York.
 
È del 1981 il suo primo viaggio in Italia, in occasione di ELECTRA1 - Festival per i fantasmi del futuro<ref>{{cita libro|autore=Livia Satriano|curatore= |titolo=No Wave. Contorsionismi e sperimentazioni dal CBGB al Tenax|editore=[[Crac edizioni]]|cittacittà=Fano |anno= 2012|idisbn= ISBN 9788897389040978-88-97389-04-0}}</ref>, svoltosi a [[Bologna]] il tra il 17 ed il 20 giugno, al quale oltre ai Lounge Lizards erano presenti i [[Bauhaus (gruppo musicale)|Bauhaus]], i [[DNA (gruppo musicale)|DNA]], [[Brian Eno]], [[Peter Gordon]], i [[Chrome (gruppo musicale)|Chrome]], [[Gaznevada]], i [[N.O.I.A.]], i [[Rats]], i [[Band-Aid]] ed il gruppo teatrale [[Magazzini Criminali]]<ref>{{cita libro|autore=|curatore= Oderso Rubini, Andrea Tinti|titolo=Non disperdetevi. 1977-1982 San Francisco, New York, Bologna. Le città libere del mondo|editore=[[Shake edizioni]]|cittacittà=Milano |anno= 2009|idisbn= ISBN 978-88-88865-89-8}}</ref>.
Nella seconda metà degli anni '80 inizia a comporre colonne sonore per film e spettacoli teatrali e collabora con diversi artisti italiani come [[Raf]] (per il quale scrive la hit ''[[Self Control (album Raf)|Self Control]]''), [[Giancarlo Bigazzi]], [[Umberto Tozzi]] e i [[Righeira]].
== Bibliografia ==
 
* {{cita libro|autore=Livia Satriano|curatore= |titolo=No Wave. Contorsionismi e sperimentazioni dal CBGB al Tenax|editore=[[Crac edizioni]]|cittacittà=Fano |anno= 2012|idisbn= ISBN 9788897389040978-88-97389-04-0}}
 
== Collegamenti esterni ==
545 505

contributi