Differenze tra le versioni di "Biblioteca (Pseudo-Apollodoro)"

m
ortografia
m (ortografia)
===Minosse e Pasifae===
[[File:Pasiphae Minotauros Cdm Paris DeRidder1066 detail.jpg|thumb|right|210px|Pasifae con il Minotauro in braccio]]
[[Minosse]] era il famoso re di [[Cnosso]], capitale dell’isola di [[Creta (isola)|Creta]]. Tanto era abile e frizzane la sua arte nel parlare e prendere decisioni che [[Dante Alighieri]] volle metterlo come giudice dei dannati nell ‘[[Inferno (Divina Commedia)|Inferno]] della [[Divina Commedia]]. Purtroppo però anche nelle nobili famiglie vi è una pecora nera, ovvero la moglie Pasifae la quale, offendendo la dea [[Afrodite]] per aver fatto voto di castità, fu obbligata a concedersi a chiunque incontrasse. La notizia sconvolge Minosse che la fa portare in una residenza in montagna per tenerla tranquilla, ma Pasifae è sempre vittima del sortilegio della dea, che le fa desiderare di accoppiarsi con gli animali; è così che facendo l’amore con toro travestita da vacca, Pasifae fa nascere il [[Minotauro]], creatura mezza umana e mezza bestia. Minosse, inorridito dal gesto e dall’ilarità del suo popolo, fa rinchiudere il mostro in un labri tintolabirinto costruito da [[Dedalo]] e dal figlio [[Icaro]], dato che non aveva il coraggio di ucciderlo, essendo in un certo senso anche suo genitore, e da ordine all’[[Attica]] che ogni anno quattordici giovani maschi e femmine vengano sacrificati per saziare la sete del Minotauro. Un giorno tra i ragazzi s’imbarcherà anche Teseo che ucciderà la bestia.
 
===Atena ed Aracne===
423 477

contributi