Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
|Immagine =
}}
ComandanteFu il comandante in capo, nella fase iniziale della [[seconda guerra boera]], delle Forzeforze dell'[[Impero britannico]] impegnate in [[Africa del Sud]] nel dicembre [[1899]].
 
Dopo una brillante carriera ein notevolicui dimostrazioniaveva didimostrato capacità militari, di energiarisolutezza e di coraggio individuale, e dopo essere stato per molti anni il principale luogotenente del [[feldmaresciallo]] sir [[Garnet Wolseley]], comandante in capo dell'[[British Army|Esercito britannico]], Redvers Buller non riuscì a compiere con successo la sua missione più importante in Africa del Sud. Posto al comando del corpo di spedizione britannico nel dicembre 1899, subì, anche a causa degli errori politici e militari compiuti dai suoi predecessori, e subì alcuni gravi insuccessi iniziali ([[battaglia di Colenso]]) che portarono alla sua sostituzione alla testa delle forze britanniche, con il feldmaresciallo [[Frederick Roberts|Roberts]], il (grande avversario didel feldmaresciallo Wolseley nella guerra delle fazioni che dilaniava l'esercito inglesebritannico di fine ottocento)[[anni 1800|Ottocento]].
 
Rimasto alla testa delle forze campali impiegate in [[Natal (provincia)|Natal]] (''Natal Filed Force''), nella seconda parte della guerra Buller recuperò parte della sua reputazione con una riuscita campagna che portò alla [[Assedio di Ladysmith|liberazione di Ladysmith]] e all'avanzata verso nord fino al confine settentrionale del [[Transvaal]].
 
== Biografia ==