Differenze tra le versioni di "Località abitata"

2 979 byte aggiunti ,  14 anni fa
nessun oggetto della modifica
(Nuova pagina; testo: 'Si definisce '''località abitata''' l'area più o meno vasta di territorio, conosciuta di norma con un nome proprio, sulla quale sono situate una o più case raggrup...')
 
SiL'[[ISTAT]] definisce la '''località abitata''' come l'«area più o meno vasta di territorio, conosciuta di norma con un nome proprio, sulla quale sono situate una o più [[case|case]] raggruppate o sparse. Si distinguono tre tipi di località abitate: ''[[centro abitato]]'', [[''nucleo abitato]]'' e [[''case sparse]]''».
 
== Note ==
Per quanto riguarda il [[centro abitato]], si vede la relativa voce.
La versione originale di questa voce è stata copiata dal glossario di questo [http://dawinci.istat.it/ sito ISTAT] ed è utilizzato ai sensi della concessione del copyright indicata sul sito stesso, analoga alla [[GNU Free Documentation License]].
 
L'ISTAT definisce il '''nucleo abitato''' come la «località abitata, priva del luogo di raccolta che caratterizza il centro abitato, costituita da un gruppo di case contigue e vicine, con almeno cinque famiglie, con interposte strade, sentieri, piazze, aie, piccoli orti, piccoli incolti e simili, purché l’intervallo tra casa e casa non superi trenta metri e sia in ogni modo inferiore a quello intercorrente tra il nucleo stesso e la più vicina delle case manifestamente sparse. Il carattere di nucleo è riconosciuto anche:
*al gruppo di case, anche minimo, vicine tra loro, situate in zona montana, quando vi abitino almeno due famiglie e le condizioni della viabilità siano tali da rendere difficile e comunque non frequenti i rapporti con le altre località abitate (nucleo speciale montano);
*all’aggregato di case (dirute o non dirute) in zona montana, già sede di numerosa popolazione ed ora completamente o parzialmente disabitato a causa dello spopolamento montano (nucleo speciale montano già nucleo ora spopolato);
*ai fabbricati di aziende agricole e zootecniche noti nelle diverse regioni con varie denominazioni anche se costituiti da un solo edificio, purché il numero di famiglie in esso abitanti non sia inferiore a cinque (nucleo speciale azienda agricola e/o zootecnica);
*ai conventi, case di cura, colonie climatiche e sanatoriali, orfanotrofi, case di correzione e scuole convitto situati in aperta campagna, anche se abbiano laboratori, servizi ed esercizi interni (nucleo speciale convento, casa di cura, ecc.);
*agli edifici distanti da centri e nuclei abitati, nei quali esistono servizi od esercizi pubblici (stazione ferroviaria, centrale idroelettrica, spaccio, chiesa, ecc.) purché negli stessi o nelle eventuali case prossime, da comprendere nel nucleo, vi abitino almeno due famiglie (nucleo speciale stazione ferroviaria, centrale idroelettrica, ecc.);
*agli insediamenti residenziali con popolazione non stabile, occupati, stagionalmente a scopo di villeggiatura, di cura, ecc., con almeno 10 abitazioni; (nucleo speciale insediamento residenziale con popolazione non stabile)».
 
Le '''case sparse''' sono definite dall'ISTAT come «case disseminate nel territorio comunale a distanza tale tra loro da non poter costituire nemmeno un nucleo abitato».
 
In seguito ad ogni [[Censimento della popolazione e delle abitazioni]], con cadenza decennale, l'[[ISTAT]] pubblica i dati relativi alla popolazione residente per ciascuna località abitata d'[[Italia]]. In tali occasioni l'ISTAT ha anche il compito di aggiornare l'elenco di tutti i centri abitati ed i nuclei abitati d'Italia e di stabilire, con la collaborazione dei [[comune|comuni]], da quanti e quali edifici ed abitazioni sono composti.
 
== Collegamenti esterni ==
*[http://dawinci.istat.it/daWinci/jsp/MD/misc.jsp?p=7 Definizione di Località abitata, Nucleo abitato e Case sparse dell'ISTAT]
*[http://dawinci.istat.it/daWinci/jsp/MD/dawinciMD.jsp?a1=m0GG0c0I0&a2=mG0Y8048f8&n=1UH30T09OG0 Pagina di accesso ai dati relativi alla popolazione residente di tutte le località abitate d'Italia al momento dell'ultimo Censimento ISTAT]
 
[[Categoria:Urbanistica]]
112

contributi