Differenze tra le versioni di "Gravità quantistica a loop"

aggiunta lodevole, ma toppo dettagliata per un incipit riassuntivo della voce. Meglio nel testo. La parte divulgativa non chiara andrebbe modificata in modo sintetico
(corretto refuso)
(aggiunta lodevole, ma toppo dettagliata per un incipit riassuntivo della voce. Meglio nel testo. La parte divulgativa non chiara andrebbe modificata in modo sintetico)
La '''gravità quantistica a loop''' ('''LQG''', dal termine inglese ''Loop Quantum Gravity''), conosciuta anche coi termini di '''gravità a loop''', '''geometria quantistica''' e '''relatività generale canonica quantistica''', è stata proposta quale [[gravità quantistica|teoria quantistica]] dello [[spazio-tempo]] che cerca di unificare le [[Teoria|teorie]] della [[meccanica quantistica]] e della [[relatività generale]].
 
Fa parte di una famiglia di teorie chiamata ''gravità canonica quantistica'' ed stata sviluppata in parallelo con la [[quantizzazione a loop]], una struttura rigorosa della quantizzazione non perturbativa della [[teoria di gauge]] a [[diffeomorfismo]] invariante. {{non chiaro|In parole semplici è una teoria quantistica della gravità in cui il vero spazio in cui accadono tutti gli altri fenomeni fisici è quantizzato}}. NelleEssa teorieconserva dellagli [[relativitàaspetti ristretta]] efondamentali della [[Relativitàrelatività generale|gravitazione]], lacome geometriaad diesempio riferimento è '''continua''l':invarianza ragionandoper intrasformazioni una sola dimensione (anziché indi 3)coordinate, dati due punti distinti A e B, sicuramenteallo esistestesso untempo puntoutilizza A'la intermedioquantizzazione tradello Aspazio e B;del etempo aalla sua[[scala volta,di esiste un punto A<nowiki>''</nowiki> intermedio tra A e A'Planck]], ecaratteristica undella puntomeccanica intermedioquantistica; A<nowiki>'''in traquesto Asenso ecombina A''</nowiki>le edue così via all'infinitoteorie. NellaTuttavia LQG, invece, la geometria di riferimentonon è '''quantizzata''':una andandoipotetica a[[teoria faredel la stessa operazione di suddivisione tra A e Btutto]], train Aquanto enon A',affronta trail Aproblema edi A<nowiki>''</nowiki>dare siuna arriveràdescrizione alla situazioneunificata di averetutte duele punti[[forze Afondamentali]], ema A^descrive traunicamente ile qualiproprietà nonquantistiche èdello presente nessun altro punto. Tornando alle tre dimensioni spazialispaziotempo, ciò significa che partendo da un volume e suddividendoloquindi indella volumetti sempre più piccoli, c'è un valore minimo di volume che non si può suddividere in volumetti più piccoli<ref>http://www.einstein-online.info/elementary/quantum/loops</ref>gravità.
 
Essa conserva gli aspetti fondamentali della relatività generale, come ad esempio l'invarianza per trasformazioni di coordinate, e allo stesso tempo utilizza la quantizzazione dello spazio e del tempo alla [[scala di Planck]], caratteristica della meccanica quantistica; in questo senso combina le due teorie. Tuttavia non è una ipotetica [[teoria del tutto]], in quanto non affronta il problema di dare una descrizione unificata di tutte le [[forze fondamentali]], ma descrive unicamente le proprietà quantistiche dello spaziotempo, e quindi della gravità.
 
I critici della LQG fanno spesso riferimento al fatto che non predice l'esistenza di ulteriori dimensioni dello spazio tempo, né la [[supersimmetria]]. La risposta dei suoi fautori è che allo stato attuale, nonostante ripetute ricerche sperimentali, non vi è alcuna evidenza di altre dimensioni né di particelle supersimmetriche, che devono essere considerate solo ipotesi speculative.
Vi sono state, in passato, due reazioni all'apparente contraddizione tra la teoria dei quanti e l'indipendenza dal background della relatività generale. La prima è che l'interpretazione geometrica della relatività generale non è fondamentale ma ''"risultante"''. La seconda è che l'indipendenza dal background è fondamentale e la meccanica quantistica necessita di essere generalizzata per definire dove non vi è un tempo stabilito a priori.
 
La LQG è un tentativo di formulare una teoria quantistica indipendente dal background. Si riporta la seguente nota esplicativa.
 
Nelle teorie della [[relatività ristretta]] e della [[Relatività generale|gravitazione]], la geometria di riferimento è '''continua''': ragionando in una sola dimensione (anziché in 3), dati due punti distinti A e B, sicuramente esiste un punto A' intermedio tra A e B; e a sua volta, esiste un punto A<nowiki>''</nowiki> intermedio tra A e A', e un punto intermedio A<nowiki>''' tra A e A''</nowiki> e così via all'infinito. Nella LQG, invece, la geometria di riferimento è '''quantizzata''': andando a fare la stessa operazione di suddivisione tra A e B, tra A e A', tra A e A<nowiki>''</nowiki> si arriverà alla situazione di avere due punti A e A^ tra i quali non è presente nessun altro punto. Tornando alle tre dimensioni spaziali, ciò significa che partendo da un volume e suddividendolo in volumetti sempre più piccoli, c'è un valore minimo di volume che non si può suddividere in volumetti più piccoli<ref>http://www.einstein-online.info/elementary/quantum/loops</ref>.
 
== Storia della LQG ==
Utente anonimo