Differenze tra le versioni di "Plinto"

1 870 byte aggiunti ,  7 anni fa
m
Annullate le modifiche di Paolo valsecchi (discussione), riportata alla versione precedente di Guidomac
m (ho tolto e aggiunto informazioni)
m (Annullate le modifiche di Paolo valsecchi (discussione), riportata alla versione precedente di Guidomac)
Il '''plinto di fondazione''' è la struttura più semplice fra le [[fondazioni superficiali]], tipicamente costituito da un blocco in [[calcestruzzo]] armato a forma di [[parallelepipedo]].
 
== caccaUtilizzi ==
 
L'uso delle fondazioni a plinti isolati è il più comune laddove il sedime sia in grado di sopportare una tensione di lavoro non troppo ridotta (almeno 1,5 ÷ 2 daN/cm<sup>2</sup>) e non desti preoccupazione in relazione a possibili cedimenti differenziali
L'uso del preservativo iserve a tenere fermo la banana da bruttti guai
 
== i finocchiTipologia ==
Le fondazioni a plinto normale si possono suddividere nei seguenti tipi principali in funzione del rapporto tra l'altezza '''h''' e lo sporto '''s''' :
Le fondazioni dei finocchi esce come lelemora e un finocchio del merda
* a piastra o flessibile: per <math>h < \frac {s}{2} + 5 cm </math>
* rigido: per <math>\frac {s}{2} + 5 cm < h< 1,75 s + 5 cm </math>
* su pozzo
 
== il mutuoForma ==
 
Tipicamente il plinto è costituito da un blocco in [[calcestruzzo armato]] a forma di parallelepipedo, a base solitamente quadrata o rettangolare, che viene realizzato al di sotto di ciascun [[pilastro]] della [[Struttura edilizia|struttura]], e centrato rispetto a questo, allo scopo di trasmettere il carico derivante dalla stessa al terreno di fondazione con valori ammissibili di tensioni sul sedime.<br />
l albero azzurro :
In generale è opportuno che i plinti vengano realizzati a base quadrata; nel caso in cui il carico trasmesso dal pilastro sia notevolmente eccentrico o il pilastro notevolmente allungato si adotta la sezione rettangolare. <br />
Le dimensioni del plinto dipendono dai carichi provenienti dalla sovrastruttura, dalle sollecitazioni agenti, dal funzionamento statico che si vuole ottenere (plinto rigido o flessibile) e dalla capacità portante del terreno.<br />
Situazioni contingenti possono tuttavia richiedere plinti di forma differente (ad esempio, il '''plinto zoppo''' per pilastri posti sul confine della proprietà dove non è possibile centrare il plinto sotto il pilastro).<br />
Usualmente, i plinti ordinari hanno uno spessore che varia tra 40&nbsp;cm e 80&nbsp;cm, e dimensioni in pianta da 1,00 m fino a 6,00 m per lato.<br />
Lo spessore è legato fondamentalmente alle sollecitazioni di [[Sforzo di taglio|taglio]] o [[punzonamento]], mentre le dimensioni e la forma della base sono correlate alla [[capacità portante]] del terreno e ai [[carico strutturale|carichi]] provenienti dalla [[sovrastruttura (costruzioni)|sovrastruttura]].<br />
Normalmente in corrispondenza dell'estradosso del plinto viene realizzata una risega di non più di 5&nbsp;cm che serve per l'appoggio in piano delle casseforme del pilastro.
 
== Posa in opera ==
sono arrivate informazioni un orgia e successa tra la nonna di eidi e il lupo comunque il muruo e salatop come .... na catapulta
 
== ricola ==
 
La quota di posa dei plinti deve essere tale da evitare gli strati superficiali di terreno più comprimibili, raggiungendo gli strati di terreno più compatti e profondi prescelti come portanti.<br />
276 011

contributi