Differenze tra le versioni di "Eutichio Proclo"

integrazione del contenuto della Crestomazia
(integrazione delle note bibliografiche e del testo)
(integrazione del contenuto della Crestomazia)
Non si conosce alcuna opera giunta fino a noi attribuibile con sicurezza ad Eutichio Proclo, e poco si sa, come detto, anche della sua vita. Tuttavia è abbastanza diffusa l'opinione che in lui si possa identificare l'autore della ''[[Crestomazia]]'', che rappresenta per noi la più importante fonte di informazioni sui [[epica|poemi]] che componevano il [[Ciclo epico]].<ref>Vedi e.g. D.B. Monro 1883, "On the fragment of Proclus' abstract of the Epic Cycle contained in the Codex Venetus of the ''Iliad''", ''Journal of Hellenic Studies'' 4: 305-334.</ref> Se è così, Eutichio Proclo deve essere identificato anche con il ''Proklos'' di cui parla lo studioso e [[Patriarca (cristianesimo)|Patriarca]] del [[IX secolo]] [[Fozio I di Costantinopoli|Fozio]], che scrive che la ''Crestomazia'' era composta da quattro libri e che trattava di numerosi argomenti relativi alla [[letteratura greca]], dei quali il patriarca bizantino si sofferma proprio sui primi due.
 
Nei primi due libri, dopoProclo averiniziava distintodistinguendo la poesia in ''[[epica]]'', ''[[Elegia greca|elegia]]'', ''[[giambo]]'' e ''[[melica]]'' - con ampie definizioni ed elenchi tratti dai [[canoni]] dei poeti stilati dagli alessandrini. -A Procloproposito affrontavadella melica, secondoegli Fozio,distingueva melica l'epica'per partendogli dalledei biografie''e dei''per "cinquegli piùuomini''. grandi"La poetiprima epici,comprendeva [[OmeroInno|inni]], [[EsiodoProsodio|prosodi]], [[Pisandro di Camiropeani]], [[PaniasiDitirambo|ditirambi]], ed''nomoi'', ''adonidia'', iobacchi, [[AntimacoIporchema|iporchemi]], scoli; la seconda, di Colofonecarattere non sacro, comprendeva carmi erotici, [[Epitalamio|Antimacoepitalami]], <ref>Fozio[[imenei]], cod.threnoi, 239[[Epicedio|epicedi]], =[[Partenio 318b.22-322a.40(poesia)|partenii]]: ed.a Bekker.</ref>proposito perdi poiquesti offrireultimi, unil dettagliatogrammatico riassuntosi delladiffondeva versionesulle lungamodalità deldella festa delle [[Ciclo epicoDafneforie]] (chein includevacui, latra ''[[Titanomachia(poemale ciclico)|Titanomachia]]''altre, ederano ileseguiti i partenii e parlando, altresì, delle ''[[Ciclo TebanoOscoforia|Oscoforie]]''. oltreIl alladiscorso storiaclassificatorio dellasi [[guerrachiudeva con la melica di Troia]])tipo gnomico. AIn propositoquesto delsenso, Cicloalmeno stando allo scarno riassunto di Fozio, egliè siprobabile dilungavache ancheProclo inoffrisse, un'analisicome circaaltri lagrammatici paternitàche deiparlano ''[[Cypria]]''dello stesso soggetto, abbondanti esempi.
 
In seguito, Proclo affrontava, secondo Fozio, l'epica partendo dalle biografie dei "cinque più grandi" poeti epici, [[Omero]], [[Esiodo]], [[Pisandro di Camiro]], [[Paniasi]] ed [[Antimaco di Colofone|Antimaco]] <ref>Fozio cod. 239, = 318b.22-322a.40 ed. Bekker.</ref> per poi offrire un dettagliato riassunto della versione lunga del [[Ciclo epico]] (che includeva la ''[[Titanomachia(poema ciclico)|Titanomachia]]'' ed il ''[[Ciclo Tebano]]'' oltre alla storia della [[guerra di Troia]]). A proposito del Ciclo, egli si dilungava anche in un'analisi circa la paternità dei ''[[Cypria]]''. Di quest'ultima parte sul Ciclo, è notevole che un famoso manoscritto dell'[[Iliade]], conosciuto come ''[[Venetus A]]'' contiene una ''Vita di Omero'' e dei riassunti dei poemi del Ciclo Epico, tranne la parte riguardante i ''Cypria'' che risulta danneggiata. Diversi altri manoscritti riportano la ''Vita'' o il riassunto dei ''Cypria'' oppure entrambi, ma nessun altro contiene il riassunto del resto del Ciclo Epico.
==Note==
<references/>
Utente anonimo