Tunué: differenze tra le versioni

405 byte aggiunti ,  8 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
 
== Storia ==
Inizialmente i due soci fondatori della Tunué, [[Massimiliano Clemente]] (attuale direttore editoriale) ed [[Emanuele Di Giorgi]] (amministratore della società) crearono una fanzine intitolata "''Smettila!''". Da questa iniziativa, nasce nel [[2000]] il portale [[Komix.it Fumetti @ 360°]] che, ancora oggi, è ai vertici dell’informazione tematica con più di 200mila200.000 iscritti ai [[Feed RSS|feed rss]]. Il progetto editoriale è nato grazie all’impegnoall'impegno e alla passione del giovane team lavorativo impegnato nella gestione di Komix.it.
 
Tunué è un nome di fantasia, un suono, un semplice enunciato immaginario che non ha significato o riferimento simbolico, è la perfetta identificazione di ciò che la casa editrice vuole testimoniare all’esternoall'esterno: non avere confini né delimitazioni di genere e connotarsi come una realtà dinamica e innovativa, come testimoniato dalla didascalia "''Editori dell'immaginario''" del logo.
 
In pochi anni dalla fondazione Tunué è divenuta un punto di riferimento sia per i lettori che per i critici. La casa editrice è specializzata nella saggistica dedicata al fumetto, all’[[animazione]], ai [[videogiochi]] e ai fenomeni pop contemporanei e in [[graphic novel]] di talenti italiani e internazionali di cui un esempio è l'iberico [[Paco Roca]] le cui opere in Italia sono pubblicate da Tunué.
 
L’esordio editoriale della Tunué è avvenuto nel [[2005]] con due collane di saggistica: "Le virgole" e "Lapilli", curate dalla direzione scientifica di [[Marco Pellitteri]], e con la collana di [[graphic novel]] "Prospero’s Books".
Nel [[2006]] nasce il periodico "[[Mono (rivista)|Mono]]" a cui hanno collaborato nel corso degli anni figure del calibro di [[Milo Manara]], [[Vittorio Giardino]], [[Silvia Ziche]], [[Leo Ortolani]], [[Ivo Milazzo]], [[Piero Tonin]], [[Luca Enoch]] e [[Massimo Giacon]]. Mentre nel [[2008]] viene lanciata "Esprit", una collana di studi su media e immaginario diretta da [[Sergio Brancato]] e [[Gino Frezza]].
 
Nel [[2009]] Tunué presenta due nuove collane: "Lapilli Giganti", con la traduzione del meglio della saggistica mondiale e "Album", monografie sugli autori dei [[graphic novel]] Tunué; sempre lo stesso anno la casa editrice fa partire un’iniziativa sperimentale: "Burumballa", un’antologia di short stories a fumetti che dà spazio agli autori esordienti.
 
È del [[2010]], invece, la nascita di "Tipitondi", collana per giovani lettori, e "FRIZZZ" una nuova collana di saggistica dedicata alla cultura pop.
 
== Riconoscimenti ==
Nel corso degli anni Tunué è riuscita a vincere diversi premi fra cui:
*Premio Stefano Beani per un'iniziativa editoriale (Lucca Comics & Games 2012) per la collana "Tipitondi".
 
2 684

contributi