Differenze tra le versioni di "Valle Stura"

m
Così come altrettante zone d'Italia e della Liguria anche la valle Stura fu pienamente coinvolta nelle fasi finali della [[seconda guerra mondiale]]. Tra i borghi duramente bombardati dagli [[Alleati della seconda guerra mondiale|Alleati]] vi fu Rossiglione, mentre si registrarono in tutta la valle le rappresaglie dei soldati [[nazisti]] e [[fascisti]] contro la popolazione e contro i numerosi [[partigiani]] attivi nella [[Guerra di liberazione italiana|Guerra di liberazione]].
 
Uno degli eventi più cruenti che caratterizzarono la fine del secondo conflitto fu l'eccidio o [[strage del Turchino]] avvenuta alle prime ore del mattino del [[19 maggio]] [[1944]]; nella vendetta nazi-fascista contro l'attentato al cinema Odeon di [[Genova]] - dove un [[Gruppi di azione patriottica|gappista]] provocò la morte di quattro marinai tedeschi e il ferimento di altre sedici persone - trovarono la morte per fucilazione 59 civili. Nel luogo della strage, lungo la Strada Provinciale SP73 del [[passo del Faiallo]], è stato costruito un monumento commemorativo conosciuto come "Sacrario dei Martiri del Turchino".
 
Rossiglione è oggi tra le [[Città decorate al Valor Militare per la Guerra di Liberazione]] perché è stato insignito della [[Croce di Guerra al Valor Militare]]<ref>Fonte dal sito del [http://www.comune.rossiglione.ge.it/StoryRoss.htm Comune di Rossiglione]</ref> dal presidente della Repubblica [[Sandro Pertini]] per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella [[Resistenza italiana|lotta partigiana]] durante la seconda guerra mondiale.
494 564

contributi