Differenze tra le versioni di "Semovente d'artiglieria"

m
fix
(Rimosso paragrafo "critiche", decisamente una ricerca originale, oltretutto davvero fantasiosa e scritta in un italiano zoppicante)
m (fix)
In campo tedesco l'evoluzione dello Sturmgeschütz III lo portò a diventare un [[cacciacarri]], mentre l'ultima versione per l'appoggio della fanteria, armata con il 10,5 cm StuHb 42 L/28 (obice da 105 mm), fu costruita in 1114 esemplari. Lo sviluppo dei semoventi invece da una parte portò a veicoli pesantemente corazzati, armati di cannoni di calibro 75 o 88 mm, con la funzione tattica di cacciacarri, e dall'altra a veicoli con protezione leggera armati con obici a lunga gittata. Questi ultimi veicoli erano veri e propri semoventi, in particolare il [[Wespe]] armato con l'[[10,5 cm leFH 18|obice campale 10,5 cm leFH 18/2]] su scafo [[Panzer II]] e l'[[Hummel (semovente)|Hummel]] armato con 15 cm sPzH 18/1 su scafo ibrido Panzer III/IV.
 
In campo alleato[[Alleati della seconda guerra mondiale|Alleato]] lo sviluppo dei semoventi iniziò con il [[Bishop (semovente)|Bishop]] ([[25 libbre|cannone-obice da 88 mm 25 pdr]] su scafo [[Mk III Valentine|Valentine]] in struttura chiusa), che era ancora un ibrido fra semoventi e cannoni d'assalto e successivamente, quando furono disponibili gli scafi del carro medio [[M3 Lee/Grant|M3]] furono sviluppati i semoventi [[Sexton (semovente)|Sexton]] utilizzando sempre il 25 pdr in una struttura scoperta e [[M7 Priest]], utilizzando l'obice statunitense M2A1 da 105 mm sempre in una struttura scoperta. Nel corso dell'ultimo anno di guerra negli Stati Uniti furono sviluppati una serie di semoventi praticamente privi di corazzatura, ma con l'armamento di calibro sempre maggiore, su scafo [[M4 Sherman|Sherman]] ([[M40 (semovente)|M40]] con cannone M2 da 155 mm e [[M43 (semovente)|M43]] con obice M1 da 203 mm) che, non furono utilizzati nel corso della guerra, anche se alcuni prototipi furono inviati in Germania.
 
In campo sovietico furono realizzati solo cannoni d'assalto ([[ISU-152]]) e cacciacarri ([[SU-85]]), ma nessun semovente per cui fosse previsto l'impiego tattico tipico di questi mezzi.
36 898

contributi