Monte Titoli: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  8 anni fa
m
Bot: formattazione dei wikilink
m (Bot: overlinking giorni e mesi dell'anno e modifiche minori)
m (Bot: formattazione dei wikilink)
È nata nel [[1978]], su impulso della [[Banca d'Italia]] e delle banche italiane insieme agli [[agenti di cambio]], per avere un deposito unico degli [[strumenti finanziari]] di diritto italiano.
Ciò permetteva di non dovere più scambiare materialemente tali titoli durante le transazioni ma semplicemente registrare presso Monte Titoli il passaggio di proprietà.
L'attività vera e propria inizia nel 1981 con l'''[[Deposito Centrale Titoli|''immobilizzazione'']]'' dei primi [[Azioni|titoli azionari]].
 
Dal [[1986]], con la legge 289<ref>{{cita web|url=http://www.italgiure.giustizia.it/nir/lexs/1986/lexs_295122.html|titolo=GU n. 144 del 24/06/1986|accesso=09-12-2008}}</ref>, diventa il depositario unico di tutti gli strumenti finanziari italiani, compresi, dal [[2000]], i [[Titoli di Stato]]. Cioè tutti i titoli emessi secondo il diritto italiano vanno ''fisicamente'' depositati presso Monte Titoli.
 
Ciò ha permesso la realizzazione tra il [[1998]] ed il [[1999]] della completa ''[[Deposito Centrale Titoli|''dematerializzazione'']]'' dei titoli che cessano di essere certificati su carta per diventare registrazioni su [[computer]]. Infatti tutti i titoli di diritto italiano emessi dal 1999 sono pure registrazioni informatiche.
 
Il 6 dicembre [[2002]] Monte Titoli viene acquisita dal gruppo di Borsa Italiana.
495 233

contributi